La televisione svizzera per l’Italia

“L’arte liberata” italiana in mostra a Roma

Il Palazzo del Quirinale a Roma.
Le Scuderie del Quirinale fino al 10 aprile ospitano l'esposizione "Arte liberata 1937-1947" che è un invito a riscoprire un pezzo del patrimonio culturale italiano. Keystone / Claudio Onorati

È in corso a Roma una mostra dedicata all’arte liberata durante la Seconda guerra mondiale. Statue e quadri che 70 anni fa sono stati salvati durante il conflitto per preservare il patrimonio culturale italiano. 

L’azione condotta da tanti responsabili di musei e funzionari delle Belle Arti che alla vigilia della Seconda guerra mondiale misero in salvo numerosissime opere è protagonista di una mostra insolita a Roma. Le Scuderie del Quirinale fino al 10 aprile ospitano l’esposizione “Arte liberata 1937-1947” che è un invito a riscoprire un pezzo del patrimonio culturale italiano, ma anche un omaggio a chi interpretò con lungimiranza il proprio ruolo, malgrado un contesto drammatico.

Persone che, senza armi e con mezzi limitati, decisero di difendere l’arte dalla minaccia che incombeva. Una mostra a carattere storico, ma quanto mai attuale, visti gli sforzi in atto per salvaguardare il patrimonio ucraino.

Contenuto esterno

La mostra (organizzata in collaborazione con la Galleria nazionale delle Marche, l’Istituto centrale per il catalogo e la documentazione e l’Archivio Luce-Cinecittà) offre una selezione di oltre cento preziosissimi reperti salvati, corredata da documenti, fotografie e registrazioni sonore a testimonianza dello sforzo compiuto da tanti curatori. Diversi, sottolinea la presentazione, furono allontanati dai loro impieghi per aver rifiutato di aderire alla Repubblica di Salò, ma con il sostegno di storici dell’arte e rappresentanti delle gerarchie vaticane, si prodigarono per salvaguardare il patrimonio artistico-culturale, mettendolo al riparo da razzie e bombardamenti.

I capolavori più celebri presentati al pubblico nell’ambito dell’esposizione “Arte liberata” spaziano dal Discobolo Lancellotti alla Danae di Tiziano Vecellio, dalla Santa Palazia del Guercino ai ritratti di Alessandro Manzoni, passando da numerose opere custodite nella Galleria Nazionale delle Marche di Urbino, quali la Crocefissione di Luca Signorelli e la Madonna di Senigallia di Piero della Francesca.

L’azione di salvataggio prese avvio alla vigilia dello scoppio del conflitto con l’invasione della Polonia da parte dell’esercito tedesco il 1° settembre. Nel 1939, su istruzioni del Governo fascista, si procedette a proteggere i monumenti e le chiese, mentre le sculture e i dipinti furono spostati in segreto in luoghi ritenuti sicuri, fuori dai centri urbani. Nelle Marche, Pasquale Rotondi, mise in salvo le opere nella Rocca di Sassocorvaro, poco distante da Urbino, che in seguito accolse anche tesori provenienti da Venezia, dal Lazio e dalla Lombardia (comprese le collezioni del Castello Sforzesco e della Pinacoteca di Brera).

L’azione fu intensificata dopo il 1943 quando l’Italia si ritrovò occupata a nord dai tedeschi e a sud dagli alleati, con la costante minaccia dei bombardamenti. Le opere ospitate nelle Marche furono così trasferite nella Santa sede.

Attualità

Manifestanti eritrei sulla Piazza federale.

Altri sviluppi

Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le e i partecipanti hanno contestato a Berna i ventilati respingimenti verso Stati terzi e l'obbligo del passaporto per l'ottenimento del permesso di soggiorno.

Di più Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera
Due pompieri osservano la portata del Rodano nei pressi di Sierre.

Altri sviluppi

Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Nonostante il lieve calo delle acque del Rodano e dei suoi affluenti, il livello di allarme e lo stato d'emergenza non vengono revocati.

Di più Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese
Bimbi attorno a un cratere formato dalle bombe israeliane.

Altri sviluppi

Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esercito israeliano è tornato a bombardare pesantemente Gaza la scorsa notte: i morti sono almeno 22 e i feriti 45.

Di più Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza
Due veicoli della polizia in centro a Zurigo.

Altri sviluppi

‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Antimafia di Catanzaro chiede assistenza giudiziaria a Berna nell'ambito di un'indagine sulla cosca Maiolo, perquisizioni a Zurigo, Berna e Turgovia.

Di più ‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera
Interventi nei pressi della centrale idroelettrica a Vissoie nella val d'Anniviers (Vallese).

Altri sviluppi

Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Il cantone bilingue è la zona più colpita da frane e inondazioni dovute alle intense precipitazioni di questi giorni. Zermatt isolata a causa degli smottamenti e dell'esondazione della Vispa. Preoccupano i corsi d'acqua delle valli laterali.

Di più Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese
Donna in carrozzina.

Altri sviluppi

L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili

Questo contenuto è stato pubblicato al I recenti interventi di adeguamento negli scali ferroviari e alle fermate periferiche hanno migliorato l'agibilità degli stessi ma non sono stati rispettati gli obiettivi legali.

Di più L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili
I legali della potente famiglia Hinduja, Nicolas Jeandin (sinistra) e Robert Assael, che hanno preannunciato ricorso.

Altri sviluppi

La potente famiglia Hinduja condannata per usura

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale di Ginevra infligge pesanti pene detentive a quattro componenti della ricchissima famiglia indiana per aver sfruttato i domestici, pagati tra i 200 e i 400 franchi al mese.

Di più La potente famiglia Hinduja condannata per usura
Rishi Sunak

Altri sviluppi

Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse

Questo contenuto è stato pubblicato al A due settimane dalle elezioni, il partito del premier Rishi Sunak non solo è dato ai minimi storici, ma è anche scombussolato dalle dimissioni di direttore della campagna elettorale Tony Lee, coinvolto nello scandalo delle scommesse fatte sulla data del voto.

Di più Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse
Zermatt

Altri sviluppi

Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo

Questo contenuto è stato pubblicato al Da venerdì mattina, la località turistica ai piedi del Cervino è inaccessibile. A causa del rischio di esondazione del torrente Vispa, nessun treno circola tra Visp e Zermatt, che non è raggiungibile neppure via strada a causa di smottamenti nella località.

Di più Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo
donald sutherland

Altri sviluppi

Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland

Questo contenuto è stato pubblicato al L'attore canadese è morto giovedì all'età di 88 anni. Dopo gli esordi teatrali e parti minori, Sutherland conobbe il successo alla fine degli anni '60, con La sporca dozzina e Mash.

Di più Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR