Navigation

"Bonifica del Ceresio avviata"

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 settembre 2017 - 16:51
Simone Della Ripa

I lavori per il risanamento della rete idrica e fognaria sulla sponda italiana del Lago di Lugano sono iniziati, secondo quanto hanno annunciato le autorità di Porto Ceresio.

Contenuto esterno


Dopo 10 anni di discussioni e promesse, tra autorità italiane e ticinesi, il cantiere è stato inaugurato nei giorni scorsi.

“Si tratta di un risultato importante, ottenuto anche all’interessamento in prima persona del consigliere di Stato ticinese Claudio Zali”, dichiara soddisfatto il vicesindaco di Porto Ceresio, Franco Pozzi, che dal 2009 si batte per trovare una soluzione al problema. Accanto a lui, felice per questi primi passi verso "acque chiare", l'assessore ai lavori pubblici di Porto Ceresio Marco Prestifilippo, fiducioso che in futuro prossimo con il Ticino si “potranno trovare accordi anche sul piano turistico”.

Davide Celso Borsani, consigliere delegato di Alfa s.r.l. gestore unico del servizio idrico della provincia di Varese dal 2016, precisa dal canto suo che i lavori preliminari serviranno per “individuare i tratti di fognatura sconosciuti; una sorta di mappatura, censimento, degli scarichi che oggi finiscono a lago” (Guarda l’intervista integrale in apertura dell’articolo). Cantiere avviato e fine lavori prevista entro il 2020, assicurano le autorità italiane.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.