Navigation

Ceresio inquinato sul lato italiano

tipress

Legambiente denuncia l'aumento di sostanze fortemente inquinanti nelle acque del lago sulle sponde nel varesotto

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 luglio 2014 - 15:56

La Goletta dei Laghi di Legambiente, campagna di monitoraggio scientifico dell'associazione ambientalista italiana, ha reso noti mercoledì i pessimi risultati del campionamento delle acque nel Lago Ceresio, sul versante italiano.

Sono risultati fortemente inquinati le foci dei torrenti Bolletta, Brivio e Vallone a Porto Ceresio, la foce del fiume Telo a Claino con Osteno nel comasco e lo scarico sul lungolago in via Ungheria a Lavena Ponte Tresa. Entro i limiti solo il punto campionato a Porto Ceresio presso piazza Bossi.

"Il monitoraggio annuale non fa purtroppo che sottolineare l'inerzia e l'immobilità in cui affondano i problemi relativi alla parte italiana del Ceresio, commenta Barbara Meggetto, portavoce della Goletta dei Laghi. Persiste soprattutto nel Varesotto lo scandalo irrisolto degli scarichi diretti, della tracimazione degli sfioratori, dell'inquinamento dei corsi d‘acqua afferenti al bacino di Porto Ceresio".

sdr

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.