Navigation

Il terzo sesso può attendere in Svizzera

Per il momento nessun cambiamento negli uffici di stato civile Keystone / Peter Klaunzer

Il binarismo dei sessi resta un modello ben radicato nella società elvetica, secondo quanto afferma il governo federale.

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 dicembre 2022 - 16:53
tvsvizzera.it/spal con Keystone-ATS

In Svizzera non è consentito di omettere il sesso o di scegliere un'opzione diversa dai due generi "tradizionali" nell'iscrizione di un figlio o di una figlia nel registro di stato civile.

Lo ha chiarito il Consiglio federale, nel rapporto che ha adottato mercoledì, secondo cui "attualmente non sussistono le premesse sociali" per introdurre un terzo sesso o per rinunciare del tutto all’iscrizione del sesso nei documenti amministrativi. In sintesi Berna ritiene che una modifica su questo punto richiederebbe tutta una serie di adeguamenti negli ordinamenti cantonali e federale.

Contenuto esterno

In primo luogo andrebbe modificata la Costituzione federale, in particolare riguardo all'obbligo di prestare il servizio militare (o quello sostitutivo) che, come spiega il Consiglio federale, non prevede una normativa per persone il cui sesso non è iscritto nel registro dello stato civile o che sono iscritte in una categoria diversa da "maschile" o "femminile".  

Nel rapporto, redatto in adempimento di due postulati, il Consiglio federale illustra anche numerose altre conseguenze dell'introduzione di un terzo sesso o della rinuncia all'iscrizione del sesso.

Oltre ad aggiornare numerosi registri, osserva una notaLink esterno della Confederazione, occorrerebbe rielaborare i rilevamenti statistici in funzione di un nuovo modello dei sessi. Modello che a parere dell'esecutivo non è stato ancora sufficientemente discusso nella società.

Opinione condivisa peraltro dalla Commissione nazionale d'etica per la medicina umana (CNE) in un rapporto del 2020 in cui osserva che, pur essendo la regolamentazione e la prassi attuali insoddisfacenti, per rinunciare al binarismo dei sessi andrebbero dapprima create le corrispondenti condizioni sociali.  

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?