Navigation

I giornalisti lasciano la Russia

La BBC ritira i suoi corrispondenti dalla Russia, ma riattiva le onde corte per aggirare la censura Keystone / Andy Rain

Tra accuse di propaganda e di fake news, i grandi media internazionali (elvetici compresi) e di servizio pubblico se ne stanno andando dalla Russia.

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 marzo 2022 - 10:00
tvsvizzera.it/mrj con Keystone-ATS

Si allunga di ora in ora la lista delle emittenti internazionali che annunciano la sospensione delle coperture informative dalla Russia e che in queste ore richiamano i propri corrispondenti in patria dopo lo scoppio della guerra in Ucraina. Tra i giornalisti che stanno lasciano il Paese si trovano anche colleghi dell’emittente svizzero-tedesca SRF.

Negli scorsi giorni la britannica BBC e la canadese CBC hanno preso la decisione di richiamare i propri corrispondenti. Oggi è toccato all’agenzia italiana ANSA, alla RAI e alle spagnole Rtve (radio-televisione) e Efe (agenzia di stampa).

Contenuto esterno

Queste decisioni sono dettate dalle ultime misure assunte da Mosca per limitare la pubblicazione di notizie ritenute false dalle autorità della Federazione Russa. Nel Paese è ormai passibile di multa e di pena carceraria chi diffonde “fake news” sul conflitto, mentre l’accesso a Facebook e Twitter, come pure a media indipendenti è stato bloccato dalla Roskomnadzor, l’agenzia che controlla le comunicazioni. Tra i siti a cui Mosca ha limitato l'accesso c’è anche quello dell'emittente tedesca Deutsche Welle, come pure la pagina in lingua russa fondata dagli USA, Radio Free Europe/Radio Liberty.

Gli Stati Uniti intanto hanno risposto alle restrizioni mettendo nella blacklist 11 media controllati dall'intelligence di Cremlino per la diffusione di disinformazione volta a giustificare l'invasione dell'Ucraina. Non ci sono però nella lista Russia Today RT e Sputnik, su cui invece c'è stata una stretta nei giorni scorsi in Europa e Ucraina, da parte di Meta, Google e Twitter.

Il ritorno delle onde corte

Per cercare di garantire l'accesso alle informazioni e aggirare la censura del Cremlino, la britannica BBC ha riattivato le onde corte, come ai temi di Radio LondraLink esterno. cerca di aggirare la censura del Cremlino.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?