Navigation

Lo stretto rapporto di Chaplin con la musica

Mentre molti musei costretti a chiudere per la pandemia di coronavirus si adoperano per incrementare la loro offerta online, il Telegiornale della RSI ha voluto dare il suo contributo varcando le porte di alcune esposizioni al momento non visitabili come questa, sospesa sul nascere. Dedicata al talento e alla passione di Charlie Chaplin per la musica, aspetta di riaprire al Chaplin's World di Vevey.

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 aprile 2020 - 19:00
tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 03.04.2020)
Sulla destra, il violino che Chaplin suonava da autodidatta. Keystone / Laurent Gillieron

"Una mostraLink esterno temporanea che apre la mattina di venerdì 13 e chiude la sera stessa non l'avevo mai vista", commenta la direttrice Béatrice de Reynès, anticipando che la data di chiusura sarà posticipata.

Intanto, ci spiega l'enorme impatto che la musica ha avuto sul ritmo e l'espressività della filmografia di Charlie Chaplin.

Il quale, scopriamo, componeva le colonne sonore delle sue pellicole senza saper leggere la musica. La direttrice ci rivela come. 

Contenuto esterno

Ma la mostra è anche percorsa da un sogno: quello del piccolo Chaplin di diventare un musicista. Del resto, era figlio d'arte.

Contenuto esterno

'Charlie Chaplin uomo orchestra' è al Chaplin's World di Corsier-sur Vevey. Per sapere quando riaprirà e per quanto tempo, non resta che tenere d'occhio il sito webLink esterno del museo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.