Navigation

"Lotto contro la guerra in Siria"

La vita di padre Jacques Mourad è completamente cambiata dallo scorso anno, quando l'Isis lo ha rapito nel suo paese, la Siria

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 ottobre 2016 - 19:27

"La mia vita ora è dedicata alla testimonianza e alla lotta contro la guerra in Siria".

Sono parole di padre Jacques Mourad, sacerdote siro-cattolico rimasto per alcuni mesi nelle mani dell'Isis. Venerdì sera ha preso parte ad una veglia di preghiera a Lugano. Il religioso ha raccontato anche a noi la sua esperienza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.