Navigation

Disastro aereo, ci sono dei superstiti

Solo tre persone, tutte donne, sono sopravvissute allo schianto del Boeing 737, precipitato venerdì sera poco dopo il decollo dall'aeroporto dell'Avana, con a bordo 104 passeggeri e sei membri dell'equipaggio.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2018 - 13:45
tvsvizzear.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Le tre donne sopravvissute - un altro ferito è morto all'arrivo in ospedale - sono tutte di nazionalità cubana, come la maggior parte dei passeggeri. Solo cinque sarebbero stranieri, secondo Granma, il quotidiano del Partito comunista cubano.

Il presidente Miguel Diaz-Canel ha visitato personalmente il luogo del disastro e ha dichiarato che si tratta "di un giorno di lutto per il nostro paese". Diaz-Canel ha annunciato l'immediata creazione di "una commissione speciale, che ha già aperto un'inchiesta sui fatti".

Secondo i media locali, poco dopo il suo decollo, il Boeing avrebbe effettuato una brusca virata verso il primo terminale dell'aeroporto. Testimoni sostengono che in quel momento il velivolo potrebbe aver urtato fili dell'alta tensione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.