Navigation

Carlo Cattaneo, storia di un sogno federalista

Un'immagine tratta dalla docu-fiction del 2001 [video sotto]. RSI-SWI

Ricorrono 150 anni dalla morte di uno dei maggiori protagonisti della storia e della cultura dell'800. Nato a Milano nel 1801, Carlo Cattaneo si trasferì in Ticino nel 1848 e vi rimase fino alla sua scomparsa, nel 1869. Dagli archivi della Radiotelevisione svizzera, vi proponiamo un documentario sceneggiato che ne tratteggia la storia e l'eredità.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 febbraio 2019 - 15:30
tvsvizzera.it/ri con RSI (Teche, Il Regionale del 08.11.01 ed Eldorado del 12.11.01)

Filosofo, politico, linguista e scrittore, Cattaneo è considerato l'iniziatore della corrente di pensiero federalista in Italia. Dopo l'infelice epilogo delle Cinque giornate di Milano, che videro il ritorno degli austriaci in Lombardia, si stabilì con la moglie a Castagnola, nei pressi di Lugano.

Così, passò gli ultimi vent'anni della sua vita in un Paese che incarnava il sistema politico di cui era fautore e al contempo poté -come altri esponenti del Risorgimento italiano- continuare la sua militanza intellettuale da un esilio volontario in una terra straniera, ma di lingua italiana.

Carlo Cattaneo, tra il 1849 e il 1869, ebbe un ruolo importante nella vita politica, sociale ed economica dello stesso Canton Ticino. Fu ispiratore di un progetto di riforma degli studi, che diede vita al Liceo di Lugano, e promotore di iniziative economiche come la bonifica del piano di Magadino. In politica, parteggiò per il Partito radicale.

Morì nella sua dimora di Castagnola, che oggi è sede dell'Archivio storico della Città di Lugano, nella notte del 6 febbraio 1869.

Dagli archivi della RSI, vi riproponiamo Carlo Cattaneo: il contemporaneo dei posteri, trasmesso originariamente il 12 novembre del 2001 (nell'anno del bicentenario dalla nascita).

È un documentario sceneggiato di Mirto Storni che si propone di tratteggiare la complessa e poliedrica personalità dell'intellettuale e politico lombardo. Sullo sfondo, il Risorgimento italiano e i suoi intensi rapporti con la realtà ticinese della seconda metà dell'Ottocento.

Con il contributo degli storici Arturo Colombo, Franco Della Peruta, Silvano Gilardoni, Raffaello Ceschi.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?