Navigation

USA, Corte suprema verso una maggioranza conservatrice

 

Il presidente statunitense Donald Trump ha annunciato martedì di aver scelto il giudice 49enne Neil Gorsuch come candidato alla Corte Suprema. Se il Senato confermerà questa nomina, la massima istanza giuridica statunitense sarà a maggioranza conservatrice. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2017 - 13:57
Contenuto esterno

È una scelta cruciale per il futuro degli Stati Uniti. La Corte suprema, garante della Costituzione, è chiamata a deliberare sui più grandi dibattiti della società americana. I giudici che la compongono sono nominati a vita e le loro decisioni possono influenzare la nazione per decenni. La scelta di Trump è stata subito salutata dai repubblicani, dalla lobby delle armi, dai religiosi più tradizionalisti e dai sostenitori della pena di morte.

Se la nomina verrà confermata dal Senato, Gorsuch sarebbe il più giovane giudice a ricoprire questa carica. I democratici, tuttavia, sono sul piede di guerra su tutti i fronti e potrebbero decidere di boicottare la nomina come hanno fatto i repubblicani con Merrick Garland, scelto da Barack Obama dopo la morte del giudice Antonin Scalia, quasi un anno fa. Difficilmente, però, avranno i numeri per farlo. Ai repubblicani basterebbe infatti una maggioranza semplice. 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.