Navigation

Spotify quotata alla borsa di New York

Spotify sbarca in borsa e lancia la sfida soprattutto alla rivale Apple Music anche a Wall Street.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2018 - 10:47
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Il debutto della popolare piattaforma di streaming musicale arriva in un un momento critico per i titoli tecnologici reduci da una serie di giornate di passione sui mercati, travolti soprattutto dall'onda lunga dello scandalo Facebook sulla raccolta dei dati.

Con il logo Spot (Spotify Technology), la casa svedese guidata da Daniel Ek spera di superare i 23 miliardi di dollari di capitalizzazione attraverso un meccanismo inusuale, quello della 'quotazione diretta' per determinare il prezzo iniziale delle azioni. Una scelta rischiosa ma che punta sui numeri di Spotify, che conta attualmente 159 milioni di utenti al mese in oltre 60 Paesi e 71 milioni di abbonati premium che possono accedere a tutte le prerogative della app.

Contro Apple Music

Apple Music, il servizio di musica in streaming della Mela, continua a crescere e ha raggiunto i 38 milioni di utenti paganti. 

Se Spotify è saldamente in testa a livello mondiale, negli Stati Uniti la sua leadership potrebbe essere a rischio. Secondo quanto riportato il mese scorso dal Wall Street Journal, in Usa Apple music sta incrementando il numero di utenti a un ritmo superiore rispetto al rivale svedese - 5% contro 2% - e potrebbe diventare il primo servizio di musica in abbonamento già entro l'estate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.