Ermal Meta "Una canzone è buona se non sembra più mia"


Parte da lontano il viaggio di Ermal Meta, cantautore albanese naturalizzato italiano. A 13 anni è approdato a Bari, in fuga anche da un padre che ha definito violento. Poi la musica, che ha trasformato le cicatrici in ali.

Componente di una band, autore di brani per altri artisti, saranno la carriera da solista e il Festival di Sanremo a dargli notorietà. La trasmissione culturale della Radiotelevisione svizzera RSI 'Turné' lo ha incontrato negli Studi radio di Lugano, dov'era di passaggio per un'intervista-concerto.

Parole chiave