Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

VW e AMAG Dieselgate, 6'000 persone chiedono risarcimenti

(1)

Servizio TG su causa a VW

La Fondazione svizzerotedesca dei consumatori SKS ha inoltrato al Tribunale del commercio del Canton Zurigo una richiesta di risarcimento per circa 6’000 proprietari di auto residenti in Svizzera.

La SKS esige dal gruppo Volkswagen e dall'importatore AMAG indennizzi adeguati per gli automobilisti lesi nell'ambito del Dieselgate, lo scandalo delle emissioni di CO2 truccate.

Le auto erano vendute a un prezzo maggiore poiché giudicate ecologiche, ha detto SKS, giustificando l'azione giudiziaria in una nota. A causa della manipolazione delle emissioni di gas, la fondazione stima un danno medio del 15% sul prezzo di un'auto nuova, senza contare che le vetture hanno perso ulteriormente valore anche sul mercato dell'usato.

Né Volkswagen né AMAG, importatore di veicoli VW in Svizzera, sono stati disponibili a negoziare con la SKS sul risarcimento dei danni finanziari dei clienti, si legge nel comunicato della fondazione.

L'inoltro della richiesta di risarcimento danni era da mesi pianificata per fine dicembre, poiché a partire da gennaio 2018 esiste il rischio di prescrizione. Circa 2’000 persone in un sondaggio della scorsa estate si erano dette interessate a partecipare alla denuncia e questa era anche la soglia minima fissata dalla fondazione.

Lo scorso 13 settembre la SKS aveva annunciato che in meno di una settimana 1'600 proprietari di veicoli lesi avevano deciso di chiedere indennizzi, superando le attese. Prima delle feste, le adesioni erano salite a 5'000.

Già in settembre la Fondazione svizzerotedesca dei consumatori aveva sporto denuncia a Zurigo contro Volkswagen e AMAG, ritenendo che questi ultimi avessero ingannato gli automobilisti e violato il diritto svizzero. In quell'occasione avevano chiesto indennizzi da 3’000 a 7’000 franchi per veicolo.

Il rischio finanziario per una causa singola in Svizzera è sproporzionatamente grande, per questo motivo in casi del genere la maggior parte dei clienti rinuncia ad adire le vie legali, indica la SKS. Le cause collettive nella Confederazione non sono consentite. 

La fondazione ha quindi sviluppato con i suoi avvocati un sistema che combina diversi strumenti legali. Tutte le più grandi assicurazioni di protezione giuridica in Svizzera sostengono e coordinano questa causa e consigliano i proprietari di auto interessati. Inoltre, si fanno carico per i loro clienti dei costi processuali, precisa SKS.

tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 29.12.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×