La televisione svizzera per l’Italia

Trasporto intermodale: Hupac chiude il 2023 nelle cifre rosse

container e gru
Il terminal di Busto Arsizio-Gallarate è uno dei più importanti interporti tra strada e ferrovia e fulcro delle attività di Hupac. Keystone / Ti-Press / Francesca Agosta

Il principale operatore europeo del traffico intermodale strada/ferrovia ha subito una perdita di 6,2 milioni di franchi nel 2023.

A incidere sull’esercizio passato è stato principalmente il crollo della domanda di trasporto in Europa causato dalla congiuntura, ha spiegato martedì l’azienda con sede a Chiasso.

Nel 2023 la società ha trasportato 1’866’000 TEU (twenty-foot equivalent unit: è l’unità di misura del ramo, equivalente in pratica alla grandezza standard di un container, circa 38 metri cubi di ingombro totale), per complessive 975’000 spedizioni, l’11,7% in meno dell’anno precedente. Questo calo si è tradotto in una perdita di 6,2 milioni di franchi.

Anche la chiusura del San Gottardo ha inciso

La tendenza recessiva è iniziata nell’autunno del 2022 in relazione alla crisi energetica derivante dalla guerra dell’Ucraina e ha colpito gran parte dell’economia globale nel corso del 2023. Il grave incidente nella galleria di base del San Gottardo nell’agosto 2023 ha rappresentato un ulteriore impedimento: i lavori di ripristino del tunnel limiteranno in modo significativo le capacità sino al prossimo settembre.

Altri sviluppi

Diversi altri fattori stanno peraltro mettendo a dura prova il sistema ferroviario. “Tra questi, l’aumento talvolta massiccio dei costi per l’energia e la trazione, nonché la scarsa qualità della rete ferroviaria, in particolare in Germania, dovuta a una manutenzione trascurata e a una pianificazione inadeguata dei cantieri”, si legge nella nota. Questo ha portato a colli di bottiglia, ritardi e cancellazioni di treni su molti corridoi.

+ Svizzera, crocevia del trasporto merci in EuropaCollegamento esterno

Puntualità in forte calo

“Da diversi anni stiamo vivendo una spirale negativa di scarsa disponibilità della rete ferroviaria a causa di interruzioni e lavori di costruzione, unita all’aumento dei costi dell’energia, della trazione e delle tracce”, afferma Hans-Jörg Bertschi, presidente del consiglio di amministrazione di Hupac, citato nel comunicato stampaCollegamento esterno. La puntualità dei treni sull’asse nord-sud attraverso la Svizzera è scesa al 50% e le cancellazioni non programmate dei treni superano il 10%. In queste condizioni, la competitività del trasporto combinato è in sofferenza rispetto al trasporto su strada, che dispone di sovraccapacità nell’attuale contesto di mercato recessivo, sottolinea l’impresa.

Hupac chiede quindi misure mirate di politica dei trasporti per sostenere il trasferimento modale. Sull’asse nord-sud la situazione può essere migliorata in modo duraturo con la creazione di binari di stazionamento per i treni, mentre a causa dei continui problemi di capacità della ferrovia della valle del Reno, è urgente trovare alternative attraverso la Francia.

Per il 2024 volumi stabili

Per l’anno in corso, Hupac prevede volumi di traffico stabili. “Siamo convinti di poter continuare a offrire un reale valore aggiunto per una logistica rispettosa dell’ambiente e del clima con prodotti di trasporto combinato competitivi e orientati al mercato”, afferma Michail Stahlhut, Ceo della società, a sua volta citato nel comunicato. Rispetto al trasporto su strada puro, la rete Hupac ha consentito di risparmiare 1,4 milioni di tonnellate di CO2 nel 2023, di ridurre il consumo energetico di 15,5 miliardi di megajoule e di alleggerire il carico stradale di 18 milioni di tonnellate di merci.

Fondata nel 1967, Hupac può contare oggi su un organico di 700 dipendenti che operano con sedi in Svizzera, Italia, Germania, Paesi Bassi, Belgio, Spagna, Polonia, Russia e Cina. Il 72% delle azioni dell’impresa è in mano ad aziende della logistica e il 28% a compagnie ferroviarie: “questo garantisce vicinanza al mercato e indipendenza”, argomenta l’impresa.

Attualità

Manifestanti eritrei sulla Piazza federale.

Altri sviluppi

Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le e i partecipanti hanno contestato a Berna i ventilati respingimenti verso Stati terzi e l'obbligo del passaporto per l'ottenimento del permesso di soggiorno.

Di più Gli eritrei manifestano per i loro diritti in Svizzera
Due pompieri osservano la portata del Rodano nei pressi di Sierre.

Altri sviluppi

Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Nonostante il lieve calo delle acque del Rodano e dei suoi affluenti, il livello di allarme e lo stato d'emergenza non vengono revocati.

Di più Maltempo, situazione in lento miglioramento in Vallese
Bimbi attorno a un cratere formato dalle bombe israeliane.

Altri sviluppi

Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza

Questo contenuto è stato pubblicato al L'esercito israeliano è tornato a bombardare pesantemente Gaza la scorsa notte: i morti sono almeno 22 e i feriti 45.

Di più Bombe vicino alla Croce Rossa a Gaza
Due veicoli della polizia in centro a Zurigo.

Altri sviluppi

‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Antimafia di Catanzaro chiede assistenza giudiziaria a Berna nell'ambito di un'indagine sulla cosca Maiolo, perquisizioni a Zurigo, Berna e Turgovia.

Di più ‘ndrangheta, indagate tre persone residenti in Svizzera
Interventi nei pressi della centrale idroelettrica a Vissoie nella val d'Anniviers (Vallese).

Altri sviluppi

Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese

Questo contenuto è stato pubblicato al Il cantone bilingue è la zona più colpita da frane e inondazioni dovute alle intense precipitazioni di questi giorni. Zermatt isolata a causa degli smottamenti e dell'esondazione della Vispa. Preoccupano i corsi d'acqua delle valli laterali.

Di più Maltempo, sfollate 230 persone in Vallese
Donna in carrozzina.

Altri sviluppi

L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili

Questo contenuto è stato pubblicato al I recenti interventi di adeguamento negli scali ferroviari e alle fermate periferiche hanno migliorato l'agibilità degli stessi ma non sono stati rispettati gli obiettivi legali.

Di più L’80% delle stazioni accessibili alle persone disabili
I legali della potente famiglia Hinduja, Nicolas Jeandin (sinistra) e Robert Assael, che hanno preannunciato ricorso.

Altri sviluppi

La potente famiglia Hinduja condannata per usura

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Tribunale di Ginevra infligge pesanti pene detentive a quattro componenti della ricchissima famiglia indiana per aver sfruttato i domestici, pagati tra i 200 e i 400 franchi al mese.

Di più La potente famiglia Hinduja condannata per usura
Rishi Sunak

Altri sviluppi

Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse

Questo contenuto è stato pubblicato al A due settimane dalle elezioni, il partito del premier Rishi Sunak non solo è dato ai minimi storici, ma è anche scombussolato dalle dimissioni di direttore della campagna elettorale Tony Lee, coinvolto nello scandalo delle scommesse fatte sulla data del voto.

Di più Sul Partito conservatore britannico si abbatte lo scandalo scommesse
Zermatt

Altri sviluppi

Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo

Questo contenuto è stato pubblicato al Da venerdì mattina, la località turistica ai piedi del Cervino è inaccessibile. A causa del rischio di esondazione del torrente Vispa, nessun treno circola tra Visp e Zermatt, che non è raggiungibile neppure via strada a causa di smottamenti nella località.

Di più Rischio esondazioni, Zermatt tagliata fuori dal mondo
donald sutherland

Altri sviluppi

Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland

Questo contenuto è stato pubblicato al L'attore canadese è morto giovedì all'età di 88 anni. Dopo gli esordi teatrali e parti minori, Sutherland conobbe il successo alla fine degli anni '60, con La sporca dozzina e Mash.

Di più Il cinema in lutto per la scomparsa di Donald Sutherland

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR