Se la situazione non migliora Gli esperti elvetici pronti a chiedere il lockdown

Centro di Lugano con molta gente che fa acquisti

Intanto in Svizzera è ancora tutto aperto.

Keystone / Davide Agosta

La task force federale sulla pandemia si prepara ad un giro di vite nel caso in cui le ultime misure non si rivelino sufficienti per frenare il contagio.

È quanto scrive il domenicale svizzero tedesco SonntagsZeitung. Se il numero di casi giornalieri non diminuirà in modo significativo, sarà considerata l'opzione di chiudere bar, ristoranti, musei e annullare concerti nelle prossime otto settimane.

Il presidente della Task Force scientifica, Martin Ackerman, ha poi sottolineato e prcisato che le nuove misure verranno raccomandate SE E SOLO SE nel giro di 2 settimane non dovessero calare i contagi. Aggiungendo però che che con il tasso di contagiosità attuale, ci vogliono 5 mesi per scendere al di sotto dei 500 contagi al giorno, in Svizzera. Un'evoluzione - dice Ackermann - davvero troppo lenta.

Una comunicazione non proprio confortante in una situazione comunque di emergenza, e sulla quale saranno chiamate a intervenire le autorità che hanno la competenza di decidere se applicare o meno nuove misure restrittive. 

Il servizio del telegiornale:

tvsvizzera.it/fra con RSI


Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.


Parole chiave