La televisione svizzera per l’Italia

Sanzioni alla Russia, si sono deprezzati i beni degli oligarchi

Un agente sulla Piazza Rossa.
Un agente presidia la Piazza Rossa transennata. KEYSTONE

In un anno si sono svalutati di 1,7 miliardi di franchi i patrimoni congelati in Svizzera riconducibili a persone e società colpite dalle misure internazionali decise dopo l'invasione di Mosca all'Ucraina.

Alla fine del 2023 il valore degli averi non statali bloccati in Svizzera in seguito alle sanzioni contro la Russia ammontava a 5,8 miliardi di franchi, secondo quanto ha comunicato la Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Dall’aggiornamento dei dati, reso possibile dalla collaborazione delle banche e di altri intermediari finanziari, risulta quindi una svalutazione di questi beni per un importo pari a 1,7 miliardi.

Svalutazioni dovute al mercato

Il calo viene spiegato in particolare con il deprezzamento dei titoli legati alla Russia, che hanno perso valore per effetto delle sanzioni (alcune plusvalenze hanno invece generato aumenti di valore per un totale di 280 milioni).


+Sanzioni alla Russia, perché la Svizzera si considera esemplare nonostante le critiche

Tale cifra, indica una nota, non contempla le riserve e gli attivi della Banca Centrale della Federazione Russa detenuti nella Confederazione, che ammontano a 7,24 miliardi di franchi ed è quindi riferibile solo a privati e private.

Adesione alle sanzioni internazionali

Il 28 febbraio 2022, spiega la SECO, il Governo federale aveva deciso di aderire – in seguito in risposta all’aggressione militare russa contro l’Ucraina – alle sanzioni dell’UE, che comprendono tutti gli averi e le risorse economiche appartenenti o controllati direttamente o indirettamente da persone, imprese o organizzazioni legate a Mosca.

+Cosa ci insegna la storia sulle sanzioni

Oltre ai 5,8 miliardi, precisa l’agenzia governativa elvetica, si aggiungono 17 beni immobiliari appartenenti a persone fisiche, imprese e organizzazioni soggette a sanzioni.

Sempre nel corso del 2023 la SECO è riuscita a congelare ulteriori beni per un totale di 580 milioni e altre due proprietà immobiliari. Dopo accertamenti sono stati invece sbloccati patrimoni per 140 milioni poiché non sussistevano i requisiti legali per questa misura.

Attualità

Manifestazioni contro Netanyahu.

Altri sviluppi

Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas

Questo contenuto è stato pubblicato al Mandati di arresto nei confronti del premier israeliano Benjamin Netanyahu e il suo ministro della Difesa Yoav Gallant come anche del leader di Hamas Yahya Sinwar per "crimini di guerra e crimini contro l'umanità".

Di più Mandato d’arresto contro i leader israeliani e di Hamas
La locomotiva Re 4/4 II

Altri sviluppi

Un’icona svizzera viaggia verso la pensione

Questo contenuto è stato pubblicato al Le locomotive RE 4/4 II dopo oltre 60 anni di apprezzata carriera nei prossimi anni verranno dismesse dalle Ferrovie federali svizzere.

Di più Un’icona svizzera viaggia verso la pensione
I soccorritori sul luogo dell'incidente dell'elicottero in cui viaggiava il presidente Raisi.

Altri sviluppi

Teheran conferma la morte del presidente Raisi

Questo contenuto è stato pubblicato al Il leader iraniano è morto nell'elicottero caduto in una regione montuosa nei pressi del confine con l'Azerbaigian.

Di più Teheran conferma la morte del presidente Raisi
Panoramica del teatro romano di Augusta Raurica, vicino a Basilea.

Altri sviluppi

La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica

Questo contenuto è stato pubblicato al Nella Giornata internazionale dei musei, rievocazioni e laboratori per imparare a fare il pane o a decorare calici come si faceva duemila anni fa.

Di più La vita quotidiana dei romani ad Augusta Raurica
Elisabeth Baume-Schneider e Carine Bachmann

Altri sviluppi

“Il cinema svizzero può fiorire”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale Elizabeth Baume-Schneider, presente al Festival di Cannes, si dice fiduciosa per il futuro del cinema rossocrociato.

Di più “Il cinema svizzero può fiorire”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR