La televisione svizzera per l’Italia

Ricattavano la famiglia Schumacher, arrestati

Michael Schumacher nel 2009
Dal suo incidente sulle piste da sci nel 2013, la famiglia di Michael Schumacher non ha più diffuso nessuna notizia sullo stato di salute del pluricampione mondiale di Formula 1. KEYSTONE

Due uomini tedeschi avevano minacciato di diffondere dati sensibili della famiglia Schumacher se questa non li avesse pagati.

Un padre e un figlio, sospettati di aver tentato di ricattare la famiglia della leggenda tedesca della Formula 1 Michael Schumacher, sono stati arrestati, ha dichiarato lunedì la procura di Wuppertal, città della Renania Settentrionale-Vestfalia.

Il 53enne e il 30enne, entrambi residenti a Wuppertal, hanno minacciato di diffondere sul darknet informazioni riguardanti la famiglia Schumacher che questa non vuole rendere pubblici, secondo la dichiarazione del pubblico ministero, che non ha specificato di quali dati si trattasse. Arrestati mercoledì scorso dalla polizia nel parcheggio di un supermercato nei pressi di Francoforte, i due uomini avevano inviato alla famiglia degli oggetti che dimostravano le loro affermazioni.

Da quando ha subito un grave trauma cranico in seguito a un incidente sugli sci nel dicembre 2013 nella località francese di Méribel, il sette volte campione del mondo, oggi 55enne, è in cura nella sua casa di Gland, nel canton Vaud. Dopo l’evento. il pilota tedesco ha trascorso quasi sei mesi in coma indotto e da allora non è stata rilasciata praticamente nessuna informazione sul suo stato di salute.

Fino a cinque anni di carcere

Il giorno dell’arresto dei due presunti ricattatori, avvenuto lo scorso mercoledì, sono state effettuate numerose perquisizioni: le loro abitazioni principali, la seconda casa e il luogo di lavoro del padre a Costanza (sud) e altri locali a Solingen (ovest). Sono stati sequestrati diversi supporti informatici, attualmente in fase di valutazione.

I due sono stati portati davanti al tribunale di Wuppertal giovedì scorso per essere incarcerati. In caso di condanna, rischiano fino a cinque anni di carcere.

Attualità

Container al porto fluviale di Basilea.

Altri sviluppi

Ripresa del commercio estero svizzero

Questo contenuto è stato pubblicato al Dopo un inizio d'anno poco dinamico le esportazioni sono tornate a crescere con vigore nel secondo trimestre.

Di più Ripresa del commercio estero svizzero
Il Tribunale penale federale a Bellinzona.

Altri sviluppi

Algerino rinviato a giudizio per terrorismo

Questo contenuto è stato pubblicato al Per la Procura federale il presunto militante dello Stato Islamico (ISIS), la cui domanda d'asilo in Svizzera era stata respinta, progettava un attentato in Francia.

Di più Algerino rinviato a giudizio per terrorismo
Traffico veicolare in una città svizzera.

Altri sviluppi

Radar anti-rumore a Ginevra

Questo contenuto è stato pubblicato al La Confederazione ha testato lo scorso anno nella città di Calvino alcuni nuovi apparecchi, nell'ambito di un progetto pilota che ha lo scopo di sanzionare in modo più efficace il rumore eccessivo sulle strade.

Di più Radar anti-rumore a Ginevra
prigionieri di guerra salgono su un bus.

Altri sviluppi

Scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev

Questo contenuto è stato pubblicato al Russia e Ucraina hanno liberato 95 prigionieri di guerra a testa, a meno di un mese dal precedente scambio.

Di più Scambio di prigionieri tra Mosca e Kiev
La capsula Sarco per l'eutanasia assistita.

Altri sviluppi

Capsula per suicidio Sarco: primo impiego entro l’anno

Questo contenuto è stato pubblicato al Una nuova associazione di aiuto al suicidio, The Last Resort, ha presentato ufficialmente oggi la capsula per suicidio Sarco. Ma polemiche e dubbi non mancano.

Di più Capsula per suicidio Sarco: primo impiego entro l’anno
Veduta del piccolo villaggio di Chaux-du-Milieu

Altri sviluppi

“Troppi bimbi”, stop alle nuove famiglie a Chaux-du-Milieu

Questo contenuto è stato pubblicato al Il piccolo comune neocastellano ha deciso di porre un freno all'arrivo di nuove famiglie sul suo territorio poiché la presenza di molti bambini e bambine sta creando insolubili problemi alle casse pubbliche.

Di più “Troppi bimbi”, stop alle nuove famiglie a Chaux-du-Milieu
Area Schengen in un aeroporto UE.

Altri sviluppi

Frontiere Schengen, 300 milioni dalla Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al La dotazione globale del fondo per il presidio dei confini UE è di 6,2 miliardi di euro, di cui una cinquantina torneranno nella Confederazione per l'implementazione dei nuovi sistemi di informazione e scambio dati.

Di più Frontiere Schengen, 300 milioni dalla Svizzera

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR