Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Processo in Germania La spia svizzera confessa: “sono stato pagato da Berna”

(1)

la spia svizzera a processo in Germania confessa: "sono stato pagato da Berna"

Daniel M., arrestato il 28 aprile scorso a Francoforte, ha ammesso giovedì di aver ricevuto 28'000 euro dal Servizio delle attività informative della Confederazione per le sue attività. Con la sua confessione potrà presto lasciare il carcere.

Una confessione completa, credibile e comprensibile dei reati commessi: era la condizione posta dall’Oberlandesgericht di Francoforte per patteggiare.

E il 54enne lo ha fatto, confessando in aula di avere agito per conto dei servizi segreti svizzeri e di avere per questo incassato un compenso di 28'000 euro.

Parlando con la stampa prima dell'udienza, l'avvocato dell’accusato non ha risparmiato critiche ai servizi segreti elvetici, accusandoli di aver dapprima affidato a Daniel M un incarico per poi abbandonarlo al suo destino senza fornirgli alcun tipo di assistenza. Il patteggiamento dovrebbe portare a una condanna con la condizionale, a 50’000 euro di multa e al pagamento delle spese processuali.

Arrestato lo scorso 28 aprile a Francoforte e da allora in cella a Manneheim, Daniel M. ha cercato di procurarsi illecitamente, da luglio 2011 a febbraio 2015 e per conto del Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC), informazioni sulle indagini avviate dal fisco del Nordreno-Vestfalia per identificare gli evasori fiscali tedeschi clienti di banche elvetiche, in particolare con l'acquisto di Cd di dati bancari.

tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 26.10.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×