Pandemia Farmaci contro il Covid-19, dalla Svizzera una notizia buona e una cattiva

Sede Roche esterni, logo.

La speranza riposta nel farmaco della Roche era stata alimentata da uno studio britannico.

Keystone / Urs Flueeler

Mentre il laboratorio Humabs di Bellinzona ha annunciato risultati molto soddisfacenti per un farmaco per trattare il Covid-19, l'azienda farmaceutica Roche ha smentito che un suo prodotto, l'actemera, abbia effetti benefici significativi per i pazienti affetti dalla malattia. 

L'azienda biotecnologica ticinese Humabs, sussidiaria della statunitense Vir Biotechnology, ha annunciato giovedì dei risultati incoraggianti per un farmaco contro il Covid-19 sviluppato dal consorzio di cui fa parte. 

Secondo uno studio clinico, il preparato ha dimostrato un’efficacia dell’85% rispetto al placebo nel prevenire il ricovero il rischio di un decorso grave e nel ridurre la mortalità. Sarebbe inoltre di facile somministrazione e efficace contro le nuove varianti del virus.

Il via libera al suo utilizzo potrebbe presto arrivare dalle autorità statunitensi. 

I dettagli nel servizio del TG:

Notizie meno incoraggianti arrivano invece da Basilea, da dove l'azienda farmaceutica elvetica Roche ha comunicato di non aver constatato, nell'ambito di uno studio clinico, effetti benefici significativi per i malati di covid-19 ai quali è stato somministrato un trattamento a base dei farmaci actemra (di Roche) e Veklury (della statunitense Gilead).

L'interesse per l'impiego dell'anticorpo monoclinale tocilizumab (principio attivo dell'actemra di Roche) era sorto in seguito a uno studio britannico risalente a metà febbraio e sostenuto dall'Università di Oxford secondo cui la sua somministrazione ai malati gravi affetti dal nuovo coronavirus permetteva una riduzione del rischio di decesso.  

Non avendo avuto accesso ai dati, Roche ha preferito non commentare i risultati, sottolineando al contempo che altre iniziative esterne stavano valutando l'efficacità di questi farmaci per curare il covid-19.

I risultati sono stati negativi, indica giovedì l'azienda secondo cui Actemra non riduce significativamente gli effetti della malattia.

Il medicinale, che in realtà è approvato per il trattamento dell'artrite, veniva usato insieme con il Veklury della società americana Gilead: la terapia combinata non ha raggiunto i risultati necessari per un'approvazione, ha indicato il colosso farmaceutico renano. Non ha in particolare dimostrato che i pazienti affetti da Covid-19 possono essere dimessi prima dall'ospedale.

Non sono stati nemmeno raggiunti miglioramenti su criteri secondari per la ricerca in questione, come la sopravvivenza dei malati o una ridotta necessità di ricorrere alla respirazione artificiale. Roche prevede comunque di continuare ad analizzare i dati.

Da solo il Veklury è invece approvato o autorizzato in modo temporaneo in una cinquantina di paesi per la cura della malattia provocata dal coronavirus.

tvsvizzera.it/Zz/ats con RSI (TG del 11.03.2021)

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.


Parole chiave