La televisione svizzera per l’Italia

Ondata di ciberattacchi contro siti svizzeri

persona dietro a schermi di computer
Giornate difficile per molti siti istituzionali svizzeri. Keystone / Lino Mirgeler

Dopo aver preso di mira negli scorsi giorni il portale del Parlamento elvetico e aver sottratto diversi dati alla società bernese Xplain, gli e le hacker hanno colpito di nuovo lunedì, paralizzando diversi siti dell'amministrazione federale.

L’attacco è stato rivendicato dal gruppo “NoName”, ha indicato in un comunicatoCollegamento esterno il Centro nazionale per la cibersicurezza (NCSC).

Questo stesso gruppo aveva preso di mira qualche giorno fa il sito del Parlamento svizzero.

Si è trattato di un attacco DDoS (“Distributed Denial of Service”), precisa la nota. Questo tipo di azione consiste nel sovraccaricare, fino a renderli inaccessibili, siti web e applicazioni con un volume enorme di richieste mirate.

Furto di dati

A inizio giugno si era invece venuto a sapere di un importante furto di dati di cui è stata vittima la società bernese fornitrice di servizi informatici Xplain, che ha tra la sua clientela diverse aziende e istituzioni elvetiche.

Con un attacco ramsomware, gli autori e le autrici di pirateria informatica sono riusciti ad appropriarsi dei dati delle Ferrovie federali svizzera, dell’Ufficio federale di polizia, dell’Ufficio federale delle dogane e della sicurezza dei confini e di diverse altre unità dell’Amministrazione federale.

L’esatta entità del furto di dati è in corso di ulteriore analisi. Dai primi riscontri è emerso che, contrariamente alle ipotesi iniziali, potrebbero essere stati trafugati dei dati operativi.


In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR