La televisione svizzera per l’Italia

Multe stradali, Berna firma un accordo con Berlino

Agenti pronti a dare delle multe.
Fino a oggi le sanzioni, se comminate in un paese non membro dell'Ue non potevano essere applicate in Germania. KEYSTONE/KEYSTONE/EDDY RISCH

Le multe comminate ad automobilisti tedeschi in Svizzera e a confederati in Germania dovranno essere per forza pagate. Firmato un nuovo accordo di polizia bilaterale tra Berna e Berlino, che prevede la reciprocità.

Gli automobilisti tedeschi multati in Svizzera per infrazioni al codice della strada saranno presto chiamati a pagare la sanzione in Germania. Lo stesso varrà per i confederati multati a nord del Reno.

L’ambasciatore tedesco a Berna, Michael Flügger, e la direttrice dell’Ufficio federale di polizia (fedpol), Nicoletta della Valle, hanno ratificato mercoledì nella capitale federale svizzera l’intesa, che regola prima di tutto la collaborazione nella lotta al terrorismo o alla criminalità organizzata.

+ Pirata della strada tedesco la farà franca

Finora i trasgressori del codice della strada potevano evitare di pagare in Germania le multe inflitte in Svizzera, talvolta salate: queste sanzioni, se comminate in un paese non membro dell’Ue, come la Confederazione o la Gran Bretagna, non potevano infatti essere applicate in Germania.

Gli automobilisti tedeschi multati rischiavano guai solo se fossero rientrati in Svizzera o avessero varcato la Manica. Nella Confederazione dovevano fare i conti con un decreto d’accusa.

Il nuovo regolamento si applica se la multa inflitta supera i 70 euro o gli 80 franchi. In Svizzera queste soglie si raggiungono rapidamente: superare il limite di velocità di 20 chilometri orari in autostrada costa già 180 franchi (184 euro), e ancora di più su altre strade.

In Germania, per un’infrazione di questo tipo si devono sborsare 60 euro. Il perseguimento delle infrazioni al codice della strada è regolato dall’articolo 48 dell’intesa.

Il nuovo trattato di polizia regola prima di tutto, però, la cooperazione transfrontaliera nella lotta contro “terroristi, trafficanti di esseri umani, autori di attentati dinamitardi ai bancomat e mafiosi”.

Attualità

Mascherine FFP2.

Altri sviluppi

Come il rivenditore di mascherine Emix fece pressioni sul Governo

Questo contenuto è stato pubblicato al Dei documenti pubblicati su ordine del Tribunale federale rivelano le pressioni esercitate sul Dipartimento federale della difesa, protezione della popolazione e dello sport dal rivenditore Emix, che aveva promesso mascherine statunitensi di alta qualità e consegnato prodotti cinesi.

Di più Come il rivenditore di mascherine Emix fece pressioni sul Governo
fotografia aerea dell'edificio principale del politecnico federale di zurigo

Altri sviluppi

Tasse triplicate nei politecnici federali per studenti stranieri

Questo contenuto è stato pubblicato al Studentesse e studenti stranieri che in futuro intendono frequentare i politecnici federali di Zurigo e Losanna potrebbero veder triplicate le loro tasse d'iscrizione.

Di più Tasse triplicate nei politecnici federali per studenti stranieri
uomo con passamontagna tiene un cappio

Altri sviluppi

Forte aumento delle esecuzioni capitali nel mondo

Questo contenuto è stato pubblicato al L'anno scorso il numero di esecuzioni nel mondo ha raggiunto il livello più alto dal 2015. Amnesty International ne ha contate 1'153, senza la Cina, che non fornisce cifre. La progressione più alta è stata registrata in Iran.

Di più Forte aumento delle esecuzioni capitali nel mondo
auto tra muraglioni di neve

Altri sviluppi

Riapre il passo del San Gottardo

Questo contenuto è stato pubblicato al La barriera sulla strada che porta ai 2'108 metri del valico tra il Ticino e Uri è stata sollevata alle 11:00 di mercoledì. L’apertura è stata posticipata a causa della neve.

Di più Riapre il passo del San Gottardo
persone che votano

Altri sviluppi

In Sudafrica si rinnova il Parlamento

Questo contenuto è stato pubblicato al Oltre 26 milioni di sudafricani sono chiamati alle urne mercoledì per eleggere i 400 membri del Parlamento, che dovranno poi a loro volta nominare il prossimo presidente.

Di più In Sudafrica si rinnova il Parlamento

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR