La televisione svizzera per l’Italia

Automobilista beccato a 303 chilometri all’ora sulla A13

Un radar installato sull autostrada A5.
Probabilmenente l'automobilista fermato nei Grigioni, che ha superato di 203 km/h il limite concesso, ha stabilito un record. Keystone / Peter Klaunzer

È stato pizzicato a 303 km/h sulla A13 nei Grigioni dove il limite è di 100 km/h. Ora l’uomo rischia più di un anno di carcere e una multa salatissima. La procura retica sta indagando per la gravissima infrazione al volante.

Stiamo parlando di un superamento della velocità massima consentita forse senza precedenti in Svizzera: se non si tratta di un record poco ci manca. All’automobilista viene infatti contestato di avere percorso un tratto dell’autostrada A13 alla velocità di 303 km/h.

Né la polizia cantonale né il ministero pubblico intendono rilasciare informazioni sul punto esatto in cui è stato commesso il reato, sull’identità dell’imputato e sulla marca di vettura coinvolta.

Sono invece sicure le conseguenze penali e materiali per l’automobilista dal piede di piombo. L’uomo deve rispondere dell’accusa di grave infrazione qualificata alle norme della circolazione stradale e rischiare una pena superiore ai dodici mesi di detenzione. Non solo. Nei Grigioni l’ammontare delle multe dipende dal reddito. Se un’automobile raggiunge quelle velocità, certamente doveva trattarsi di una “supercar” che possono permettersi in pochi.
+ A 157 km/h invece di 80, condannato il re delle televendite italiano

Inoltre il pirata della strada deve sottoporsi a un esame del DNA in vista dell’inserimento dei suoi dati genetici nel sistema di informazione in uso alle forze dell’ordine.

Contro questo provvedimento, ordinato dalla Procura nell’ambito dell’inchiesta, l’automobilista, ritenendolo sproporzionato, ha presentato ricorso. Il Tribunale cantonale, con una sentenza emessa alla fine di giugno, lo ha respinto al mittente.

Per la seconda camera penale grigionese, il prelievo di materiale genetico è consentito non solo per l’identificazione dei responsabili di reati già commessi, bensì anche a titolo preventivo. Infatti, la catalogazione di un profilo del DNA può essere disposta, a detta del Tribunale cantonale, anche nel caso in cui vi siano sufficienti indizi per ritenere che l’imputato possa essere coinvolto in reati non oggetto dell’inchiesta. Crimini e delitti che potrebbero anche avvenire in futuro.

Per quanto riguarda il pirata della strada, pizzicato a 303 km/h, la giustizia retica reputa probabile, come si legge nella citata decisione, che l’uomo possa replicare, presto o tardi, i reati commessi.

Attualità

gommone di migranti in mare

Altri sviluppi

I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri

Questo contenuto è stato pubblicato al Per i soccorsi dei e delle migranti in mare si ricorre alle navi, ma perché esse possano operare c'è bisogno di monitorare le acque e per queste operazioni si ricorre ad aerei ai cui comandi ci sono piloti svizzeri.

Di più I migranti vengono salvati (anche) da piloti svizzeri
hamas fatah

Altri sviluppi

Accordo tra Hamas e Fatah

Questo contenuto è stato pubblicato al Hamas e Fatah, i due principali movimenti palestinesi, da anni rivali, hanno annunciato un accordo di unità nazionale per il dopo-guerra. Israele, però, non ci sta.

Di più Accordo tra Hamas e Fatah

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR