La televisione svizzera per l’Italia

L’ex presidente russo Dimitri Medvedev ringrazia ironicamente la Svizzera

uomo in cravatta
Medvedev in una foto del 2018 a Bruxelles quando era ancora primo ministro. KEYSTONE

La conferenza per la pace in Ucraina indetta dalla Svizzera in giugno è stata oggetto di scherno da parte dell'ex inquilino del Cremlino.

“Grazie, Paese del formaggio e degli orologi!”. Così l’ex presidente russo Dimitri Medvedev ha ringraziato ironicamente la Svizzera per la conferenza di pace indetta per il mese di giugno, alla quale la Russia ha già fatto sapere di non avere la benché minima intenzione di partecipare.

Altri sviluppi

Medvedev, attuale vice segretario del Consiglio di Sicurezza nazionale, ha scritto sul suo canale Telegram che Mosca avrà un “triplo vantaggio” da questa iniziativa. Il primo sarà “un’altra prova del crollo del cosiddetto piano di pace dello stupido Zelenski”. Il secondo sarà che la conferenza “diventerà la prova visibile della totale impotenza delle attuali élite occidentali”. In terzo luogo, ha affermato ancora Medvedev, consentirà alle forze russe di “continuare a ripulire il territorio della Piccola Russia dai neonazisti senza interferenze o riguardo per le stronze ‘iniziative di pace’ di qualcuno” e a Mosca di “svolgere un lavoro scrupoloso verso il crollo finale del regime” di Kiev.

Il risultato finale, scrive ancora Medvedev, sarà “il rapido ritorno dei nostri territori ancestrali alla Federazione Russa”.

La conferenza si terrà verosimilmente sul Bürgenstock, nel Canton Nidvaldo, il 15 e 16 giugno. È ignoto, per ora, il numero dei Paesi partecipanti.

Attualità

bandiere in un viale

Altri sviluppi

Le spie vanno espulse sistematicamente

Questo contenuto è stato pubblicato al Il Consiglio degli Stati ha approvato lunedì una mozione che prevede di rafforzare i meccanismi di espulsione per gli agenti stranieri.

Di più Le spie vanno espulse sistematicamente
Tre donne prese di schiena in un centro federale d'accoglienza.

Altri sviluppi

Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Le donne afgane continueranno in linea di principio a ricevere asilo in Svizzera. La prassi attuale della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) potrà essere sostanzialmente mantenuta.

Di più Le donne afghane continueranno a ricevere asilo in Svizzera
Un treno entra in una stazione di periferia.

Altri sviluppi

Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali

Questo contenuto è stato pubblicato al Per l'insieme della Svizzera, il 94,46% dei treni è arrivato a destinazione con meno di tre minuti di ritardo rispetto all'orario stabilito, contro il 94,92% nell'anno precedente. Nel settore degli autobus, il numero delle corse puntuali si situa sotto la soglia del 90%.

Di più Mezzi pubblici regionali un po’ meno puntuali
Un cacciatore.

Altri sviluppi

Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi

Questo contenuto è stato pubblicato al L'abbattimento dei lupi nei Grigioni, a determinate condizioni, sarà estesa quest'autunno per la prima volta ai titolari delle patenti per la caccia alta.

Di più Caccia alta nei Grigioni aperta anche ai lupi
baume schneider su schermi durante discorso

Altri sviluppi

Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

Questo contenuto è stato pubblicato al La consigliera federale e direttrice del Dipartimento federale dell'interno (DFI) Elisabeth Baume-Schneider ha invitato i membri dell'OMS a impegnarsi per un'intesa contro le pandemie.

Di più Baume-Schneider: “Al mondo serve un accordo anti-pandemia”

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR