in pillole La settimana in Svizzera

Ancora pandemia nella cronaca di questi giorni, con il nuovo lockdown (parziale) sotto Natale e l'omologazione del primo vaccino. Buone notizie sono venute dall'Unesco mentre il governo ha riconosciuto gli errori nelle adozioni internazionali.

È entrata in esercizio domenica 13 dicembre la Galleria ferroviaria di base del Monte Ceneri che, oltre ad avere un grande impatto sul traffico locale, renderà più rapidi i collegamenti sud-nord, e avvicinerà Zurigo e Milano (viaggio di 3 ore e 17 minuti).

Ci sono state gravi irregolarità nelle adozioni effettuate tra gli anni Settanta e Novanta dallo Sri Lanka e le autorità svizzere (federali e cantonali) hanno di fatto contribuito a questo fenomeno tollerando colpevolmente pratiche illegali.

L'orologeria svizzera si può ora fregiare del riconoscimento dell'Unesco, l'agenzia dell'Onu che l'ha inserita nel patrimonio culturale immateriale dell'umanità per le competenze della meccanica degli orologi e artistiche" che si sono diffuse nell'Arco giurassiano.

Come era ampiamente pronosticato venerdì il governo federale ha decretato il lockdown parziale in tutta la Confederazione per almeno un mese dal 22 dicembre. Alcune limitate eccezioni si potranno avere a livello cantonale in funzione dell'evoluzione dei dati epidemiologici.

Il vaccino contro il Covid-19 prodotto da Pfizer-Biontech mostra "elevata efficacia comparabile in tutte le fasce di età testate" e ha "soddisfatto i requisiti di sicurezza". Con questa motivazione Swissmedic ha autorizzato la vendita del primo vaccino contro il Covid-19 nella Confederazione.

tvsvizzera/spal con RSI

Parole chiave