Navigation

La settimana in Svizzera

Mentre in governo entrano due nuove ministre, naufraga a Rheinau il progetto di un reddito di cittadinanza comunale. Una giuria proclama "gesto dell'aquila" parola svizzera dell'anno e il Barometro delle apprensioni rileva timori crescenti sulla salute. Riassunto di sette giorni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 dicembre 2018 - 10:00
tvsvizzera.it/ri

Ha avuto successo, la candidatura presentata all'Unesco da Svizzera e Austria. L'analisi del manto nevoso, la documentazione delle slavine, le misure di protezione e l'addestramento di cani e persone sono ufficialmente patrimonio culturale immateriale.

In Svizzera, questa è stata anche la settimana dell'entrata in Consiglio federale (governo centrale) della liberale Karin Keller-Sutter e della democratico-cristiana Viola Amherd. Nell'articolo, la cronaca dell'elezione e un video sulle particolarità dell'esecutivo elvetico.

Una giuria di esperti ha proclamato giovedì la parola svizzera dell'anno. Istituita nel 2003 per la sola lingua tedesca e nel 2017 per il francese, è stata scelta per la prima volta anche in lingua italiana

Intanto, è naufragato il progetto di un comune del canton Zurigo di introdurre un reddito di base garantito, finanziandolo con il cosiddetto crowdfunding. Troppo poche le sottoscrizioni: servivano oltre 6 milioni di franchi, ne sono stati raccolti solo 150'000.

Gli svizzeri, comunque, hanno sempre meno paura di perdere il lavoro. Restano invece  preoccupati sulle pensioni. È quanto emerge dal Barometro delle apprensioni 2018, che rileva inoltre un aumento dei timori legati a salute e assicurazione malattia.


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.