Il Consiglio degli Stati approva 'Vignetta' adesiva o elettronica a scelta

Gli utenti delle autostrade svizzere devono poter scegliere se pagare le tassa annuale attraverso l'acquisto di un contrassegno adesivo da incollare sul parabrezza (l'attuale vignetta) o per via elettronica. Il Consiglio degli Stati (camera alta del Parlamento) ha accolto martedì la modifica della relativa LeggeLink esterno.

Un giovane uomo (che nell immagine risulta sfocato) mostra alla camera la vignetta 2020

La vignetta in vendita dallo scorso 1° dicembre (e valida fino al 31 gennaio 2021).

Amministrazione federale delle dogane AFD

Gli automobilisti e i motociclisti che opteranno per il contrassegno digitale dovranno registrarsi su Internet. Potranno farlo, verosimilmente, dal 2022 [Perché i mezzi pesanti come camion e autobus viaggiano senza vignetta? Leggilo qui: + In autostrada per 40 euro l'anno]

Il Consiglio federale (governo), che ha presentato il progetto di revisioneLink esterno legislativa lo scorso 14 agosto, ha ribadito che la protezione dei dati è garantita: la vignetta elettronica non sarà un modo per geolocalizzare gli automobilisti.

Perché due sistemi

Inizialmente, l'esecutivo ipotizzava l'abbandono del contrassegnoLink esterno con il quale dal 1985 l'Amministrazione federale delle dogane riscuote la tassa per l'utilizzazione delle strade nazionaliLink esterno di prima e seconda classe (autostrade e semi-autostrade).

In fase di consultazioneLink esterno il progetto preliminare del 2017 era stato però criticato e così, nel 2018, il governo ha annunciato che il nuovo sistema di pagamento dei 40 franchi sarà introdotto senza soppiantare quello esistente.

Dal 1° gennaio, nuovi tratti (semi-)autostradali saranno a pagamento. La mappa completa è visionabile quiLink esterno . 

I tratti semi-autostradali A24 e A13 Magadino-Locarno indicati su una cartina della Svizzera in b/n

Per percorrere la A24 Mendrisio-Stabio e la A13 tra Magadino e Ascona, finora esentate, dal 1° gennaio 2020 sarà necessaria la vignetta. Cartina intera qui.

Ufficio federale delle strade USTRA

I costi di investimento per l'introduzione del contrassegno digitale sono stimati tra i 4 e i 5 milioni di franchi. Il nuovo sistema, già impiegato in Paesi come l'Austria, genera spese amministrative e di elaborazione significativamente inferiori. 

Secondo il Consiglio degli Stati, tale soluzione comporta vantaggi sia per gli automobilisti residenti in Svizzera sia per quelli in transito. Il controllo attraverso telecamere mobili è ritenuto semplice e pragmatico.

La modifica di Legge dovrà ora essere discussa dall'altra camera, il Consiglio nazionale.

Parole chiave