Navigation

Falco robot contro i corvi molesti

A Kaiseraugst, nel cantone Argovia, le autorità fanno capo a un drone assai particolare per scacciare i corvi dalle zone residenziali.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 agosto 2019 - 10:38
tvsvizzera.it/mar con RSI (TG del 7.8.2019)
Il falco robot è stato messo a punto da una spin-off dell'Università di Twente, nei Paesi Bassi. Nel 2016 ha ricevuto il premio quale migliore innovazione robotica europea in occasione dell'European Robotics Forum. Keystone / Vincent Jannink

Da qualche giorno nei cieli sopra Kaiseraugst vola un falco molto speciale: si chiama RoBird, è stato messo a punto da una ditta olandese ed è completamente artificiale.

Il drone è già utilizzato in diversi aeroporti, dove gli stormi di uccelli possono creare grossi grattacapi. Il comune argoviese lo ha invece acquistato per allontanare i corvi dalle zone residenziali. Con il loro gracchiare, i volativi creano non pochi disturbi alla popolazione. Inoltre, vanno spesso a rovistare nei sacchi della spazzatura o nei punti di raccolta dei rifiuti vegetali a caccia di cibo.

Per ora il piano sta andando a gonfie vele. La colonia di corvi che aveva invaso uno dei quartieri se ne è andata. "Siamo stupiti, sono rimasti pochissimi corvi", spiega alla Radiotelevisione Svizzera Jean Frey, municipale di Kaiseraugst.

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.