La televisione svizzera per l’Italia

Condannata a 16 anni madre omicida

Fiancata di un'auto della polizia solettese.
Una tragedia familiare finita in un'aula di giustizia. KEYSTONE

Nel 2021 la donna uccise nel sonno due sue figlie a Gerlafingen, nel canton Soletta, per vendicarsi del marito che l’aveva lasciata.

Una ticinese di 41 anni è stata condannata in primo grado a una pena detentiva di 16 anni per assassinio plurimo dal tribunale distrettuale di Bucheggberg-Wasseramt (SO).

La donna è stata riconosciuta colpevole della morte di due delle sue tre figlie avvenuta nel gennaio del 2021. Le due bambine erano state uccise, come avevano rilevato le indagini, con un coltello da cucina. È stata inoltre condannata per diffamazione nei confronti del marito.

All’imputata, che in carcere dovrà seguire un trattamento terapeutico ambulatoriale, è stata anche inflitta anche una pena pecuniaria con la condizionale. Dovrà pagare risarcimenti e indennizzi al padre delle due figlie uccise e alla figlia maggiore, nata da una precedente relazione, che era stata invece risparmiata.

La Procura aveva chiesto la prigione a vita per assassinio, mentre la difesa aveva domandato una pena massima di tredici anni per omicidio plurimo.

A pesare sulla decisione dei giudici, che hanno accolto solo in parte le richieste dell’accusa, è stato anche il passato problematico e il quadro psicologico della donna.

+ Uccide e brucia la madre pensando fosse una strega, internato

Il delitto si era consumato la mattina del 16 gennaio 2021 nell’appartamento in cui la donna viveva con le tre figlie dopo la separazione dal marito avvenuta qualche mese prima.

La quarantunenne aveva accoltellato a morte le bambine di 7 e 8 anni, che aveva avuto con il marito, mentre erano a letto. Ha invece risparmiato la figlia di 12 anni, una circostanza che è risultata determinante nel giudizio della corte.

L’imputata, rea confessa, aveva spiegato che quel giorno aveva pensato di suicidarsi, ma non aveva voluto lasciare sole le sue figlie più piccole.

Secondo l’accusa, la donna intendeva invece vendicarsi del marito infliggendoli un grande dolore, dopo che questi l’aveva lasciata e aveva espresso la volontà di divorziare. La sentenza non è ancora passata in giudicato e può quindi essere impugnata davanti al tribunale cantonale d’appello.

Attualità

Trump nel Bronx

Altri sviluppi

Trump nel Bronx per trovare sostenitori

Questo contenuto è stato pubblicato al Nel distretto newyorchese, abitato soprattutto da ispanici e afroamericani, l'ex presidente ha trovato diversi sostenitori.

Di più Trump nel Bronx per trovare sostenitori
binari in tunnel

Altri sviluppi

Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari

Questo contenuto è stato pubblicato al Dall'inizio dei lavori di riparazione lo scorso ottobre, sono stati sostituiti sette chilometri di binari nel tunnel ferroviario di base del San Gottardo ed è attualmente in corso l'installazione di un nuovo portone di cambio binario, indicano le FFS.

Di più Tunnel di base del San Gottardo, sostituiti sette chilometri di binari
dottoressa esamina orecchio di una paziente

Altri sviluppi

Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Nei prossimi 10 anni la medicina interna generale perderà il 44% degli impieghi a tempo pieno principalmente a causa dei pensionamenti e della riduzione dei tassi di occupazione.

Di più Entro il 2033 mancheranno più di 2’300 medici in Svizzera
maxi schermo

Altri sviluppi

La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan

Questo contenuto è stato pubblicato al A tre giorni dall'insediamento alla presidenza dell'isola di William Lai, ritenuto da Pechino un "pericoloso separatista", l'esercito cinese ha mobilitato aerei e navi da guerra per delle esercitazioni al largo di Taiwan.

Di più La Cina fa ancora la voce grossa attorno a Taiwan
Tino Chrupalla,

Altri sviluppi

L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

Questo contenuto è stato pubblicato al L'Alternative für Deutschland è stato espulso dal gruppo che riunisce, tra gli altri, la Lega e il Rassemblement National di Marine Le Pen. Il partito di estrema destra tedesco è finito sotto i riflettori per una serie di scandali.

Di più L’AFD espulsa dal gruppo Identità e democrazia al Parlamento europeo

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR