Navigation

A 157 km/h invece di 80, condannato il re delle televendite italiano

Roberto Da Crema, conosciuto come 'Il baffo', è stato condannato lunedì a 16 mesi sospesi con la condizionale dalla Corte delle assise correzionali di Mendrisio.

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 dicembre 2018 - 20:23
tvsvizzera.it/mar con RSI (Il Quotidiano del 3.12.2018)
Contenuto esterno


I fatti risalgono al 14 gennaio 2016, quando Roberto Da Crema fu 'pizzicato' dal radar all'altezza dell'uscita autostradale di Mendrisio mentre sfrecciava di notte a 157 chilometri orari, 77 in più di quelli consentiti.

Il processo si è svolto in contumacia, poiché per la seconda volta (in ottobre l'udienza era stata rinviata) il celebre volto delle televendite italiane non si è presentato in aula.

La pena pronunciata dal giudice è stata ancora più alta di quella richiesta dal procuratore pubblico (che aveva domandato 13 mesi sospesi).

Questo perché – ha spiegato il magistrato – il superamento dei limiti di 60 chilometri orari implica già di per sé una pena di 12 mesi. Se dunque sono 77 in più il pericolo è maggiore e la sentenza deve tenerne conto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.