La televisione svizzera per l’Italia

Auto inquinanti: “sanzioni troppo blande per avere un impatto”

due auto su un rimorchio
Anche se la proporzione di auto elettriche e ibride è in costante aumento, la popolazione svizzera ha una certa predilezione per i Suv. © Keystone / Gaetan Bally

Le sanzioni applicate in funzione delle emissioni di CO2 sulle importazioni di auto inquinanti sono troppo deboli e hanno un effetto limitato. Lo sostiene il Controllo federale delle finanze (CDF), che invita a migliorare il sistema attuale.

Nel 2020, il traffico stradale rappresentava circa il 40% delle emissioni totali di CO2 in Svizzera. Una delle misure della legge sul CO2 prevede incentivi per gli importatori affinché propongano automobili meno inquinanti.

Contenuto esterno

Degli obiettivi di emissione calcolati individualmente sono quindi stati imposti agli autoveicoli importati. In caso di sforamento scatta una sanzione. Il totale di queste penalità nel 2021 è arrivato a 28 milioni di franchi.

L’efficacia di questa misura lascia però a desiderare, secondo un audit pubblicato oggi dal CDF. Gli obiettivi in materia di emissioni non sono stati raggiunti, fatto che compromette la riuscita della legislazione sul CO2, volta a limitare il surriscaldamento del pianeta a meno di due gradi.

+ Una “non auto” svizzera Made in Italy

Sanzioni troppo deboli

La Svizzera ha fissato sanzioni analoghe a quelle dell’Unione europea. In questo modo, il mercato elvetico non è più attrattivo di quello dei Paesi vicini per le importazioni di veicoli ad alte emissioni.

Il CDF constata però che le penalità sono troppo blande per avere un vero impatto. Grazie al potere d’acquisto più elevato in Svizzera rispetto all’estero, gli importatori possono farle gravare sulle spalle dei clienti.

Nei Paesi in cui la misura funziona, inoltre, è stata in generale completata con incentivi ai consumatori. Tasse al momento dell’immatricolazione o aumento dell’imposta sul veicolo a motore in funzione dell’emissione sono efficaci, sottolinea il CDF. In Svizzera misure simili sono però applicate solo in alcuni cantoni e in maniera blanda.

Metodo controproducente

Il controllo dell’efficacia delle sanzioni dell’Ufficio federale dell’energia (UFE) si basa sulla media annua delle emissioni di tutti i veicoli nuovi immatricolati. Secondo l’organo di sorveglianza finanziario della Confederazione, le misure attuali sono in un certo senso controproducenti.

Il metodo di calcolo tiene conto anche del peso: più è elevato, più i valori limite da rispettare sono alti. I veicoli elettrici e ibridi sono per natura più pesanti e i valori sono quindi più alti, senza che le emissioni del parco auto aumentino. Questo non incita a importare veicoli elettrici o ibridi più leggeri, si rammarica il CDF. Questi ultimi tipi dovrebbero quindi essere esclusi dal calcolo del peso medio della flotta.

Attualità

La droga sequestrata dalla polizia di Berna.

Altri sviluppi

Maxi sequestro di droga a Berna

Questo contenuto è stato pubblicato al Durante retate svolte questa settimana nei cantoni di Berna e Friburgo le forze dell'ordine hanno sequestrato circa una tonnellata di hashish e marijuana e arrestato diverse persone. Le indagini sono ancora in corso.

Di più Maxi sequestro di droga a Berna
Passeggeri in attesa all'aeroporto.

Altri sviluppi

Tilt informatico, problemi anche in Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato al Colpito soprattutto il traffico aereo a Zurigo-Kloten e il settore energetico, risparmiate invece le banche e la Borsa.

Di più Tilt informatico, problemi anche in Svizzera
Nemo all'ultima edizione dell'Eurovision Song Contest.

Altri sviluppi

L’Eurovision a Ginevra o Basilea

Questo contenuto è stato pubblicato al Scartate le candidature di Zurigo e Berna/Bienne. La sede della prossima edizione della seguitissima manifestazione canora continentale sarà decisa il prossimo mese.

Di più L’Eurovision a Ginevra o Basilea
Militari impegnati a Cevio (Valle Maggia)

Altri sviluppi

Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino

Questo contenuto è stato pubblicato al L’Esercito prolunga fino al 28 luglio l’impiego di aiuto militare in caso di catastrofe in Ticino per poter concludere la costruzione del ponte a Cevio e ripristinare le strade di Val Bavona e Lavizzara.

Di più Maltempo, prorogato l’intervento dell’esercito in Ticino
Abbé Pierre

Altri sviluppi

Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre

Questo contenuto è stato pubblicato al Sette donne, tra cui una minorenne ai tempi dei fatti contestati, sostengono di aver subito molestie sessuali, per lungo tempo, da parte del celebre presbitero francese.

Di più Accuse di abusi sessuali contro l’Abbé Pierre
Joe Biden

Altri sviluppi

Biden ha il Covid

Questo contenuto è stato pubblicato al Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha contratto l'infezione ma assicura di sentirsi bene. La notizia rischia però di far aumentare la pressione per un suo possibile ritiro dalla corsa elettorale

Di più Biden ha il Covid
La presidente Viola Amherd (a destra) con alcuni partecipanti al vertice della Comunità politica europea.

Altri sviluppi

Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

Questo contenuto è stato pubblicato al Si è aperto oggi al Blenheim Palace di Woodstock, comune del sud dell'Inghilterra nei pressi di Oxford, il quarto vertice della Comunità politica europea (CPE).

Di più Viola Amherd al quarto vertice della Comunità politica europea

In conformità con gli standard di JTI

Altri sviluppi: SWI swissinfo.ch certificato dalla Journalism Trust Initiative

Se volete segnalare errori fattuali, inviateci un’e-mail all’indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR

SWI swissinfo.ch - succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR