Albergheria e commerci In Svizzera meno turisti dal Golfo, ma più cinesi

Donna con niqab, nei pressi del lago, consulta una mappa o guida di Ginevra

Turista velata sul lungolago a Ginevra, in un'immagine d'archivio.

Keystone

I turisti da Qatar, Emirati Arabi Uniti e Arabia Saudita scelgono sempre meno la Svizzera. Lo conferma uno studio di Oxford Economics e Svizzera Turismo, che osserva come la Confederazione sia invece sempre più preferita dai cinesi.

I turisti del Golfo, frequentatori in particolare della regione del Lago Lemano, hanno assicurato a lungo grossi guadagni al settore alberghiero elvetico. Dieci anni fa, nello stesso periodo, facevano registrare una crescita del 15%

L'estate 2018, invece, vedrà aumentare la clientela tedesca, indiana e cinese. Non quella del Golfo, che confermerà una disaffezione dovuta a diverse ragioni.

Le previsioni di incremento delle prenotazioni alberghieri da: Germania, India, Cina, Paesi del Golfo

Stagnano le prenotazioni di turisti dai Paesi del Golfo.

RSI-SWI

"Una è la conseguenza del blocco del Qatar e delle sanzioni sulla compagnia di bandiera Qatar Airways", riferisce Véronique Kanel, portavoce di Svizzera TurismoLink esterno. "Una seconda ragione dipende da grandi famiglie saudite che hanno ormai la residenza, e infine conta l'introduzione di un'IVA del 5%". 

A risentirne, più degli hotel, sono i commercianti, poiché si tratta di turisti agiati che spendono in media il doppio degli altri: 420 franchi a testa al giorno.

Le suite più costose degli hotel, per contro, non faticano a trovare nuovi ospiti. Cinesi, indiani, russi.

Parole chiave