Storia del turismo Vittoria del Regno Unito regina di Lucerna

Un manifesto della mostra, realizzato con lo stile dei manifesti turistici dell 800

Una testimonial ante litteram per il turismo in Svizzera (nella foto, il manifesto della mostra).

© KEYSTONE / URS FLUEELER

La città di Lucerna rende omaggio alla regina Vittoria d'Inghilterra, che esattamente 150 anni fa trascorse cinque settimane di vacanza in Svizzera centrale. La mostra al Museo di storia è aperta fino a settembre.

Era, allora, la donna più potente del pianeta. Il viaggio nella Confederazione doveva servirle anche per riprendere energia dopo la morte del consorte Alberto, avvenuta sette anni prima.

"La regina cercava aria fresca", rievoca lo storico Peter Arengo-Jones, "sperava di trovarla nelle Alpi, lontano dalla quotidianità di palazzo e la trovò."

La casa nella quale risiedette nell'estate del 1868 esiste ancora, e il suo passaggio lasciò tracce nella nomenclatura: le furono intitolati alberghi, piazze, battelli. Fu in sostanza un'ottima testimonial.

"La regina Vittoria fu la turista più famosa a visitare Lucerna", osserva il direttore del Museo, Christoph Lichtin. "Dopo la sua visita il nome venne utilizzato un po' ovunque in Svizzera come marchio per tutto ciò che riguardava il turismo."

La regina, che portò con sé anche il suo cavallo preferito, passeggiò sul Pilatus e sul Rigi, visitò il ghiacciaio del Rodano. In un diario annotava le sue impressioni, e talvolta dipingeva acquarelli dei luoghi che visitava.

+ Il sito del Museo, la pagina della mostra (in tedesco)Link esterno

Parole chiave