Navigation

"Democrazia diretta significa responsabilità"

Dal praticello del Rütli, la presidente Sommaruga invoca "una cultura politica sostenuta da un'ampia maggioranza", dove non si abusi degli strumenti d'opposizione

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 agosto 2015 - 21:36

La Svizzera intera, il 1° agosto, si ritrova simbolicamente sul praticello del Rütli. Da lì, luogo in cui fu pronunciato il primo patto federale, la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga si è rivolta al Paese.

Nel suo discorso ufficiale, pronunciato davanti a oltre 1'300 persone, ha insistito sulla centralità della democrazia diretta e sulla capacità della Svizzera di essere responsabile.

"La nostra democrazia diretta può funzionare soltanto se viviamo una cultura politica sostenuta da un'ampia maggioranza", ha detto. "A tal fine vale un unico principio: democrazia diretta significa responsabilità diretta"

Per la presidente della Confederazione, solo così la Svizzera potrà affrontare le sfide che l'attendono: la politica energetica, le pensioni, i rapporti con l'Europa.

A Parlamento e Governo chiede invece privilegiare la via del compromesso, non abusando delle iniziative popolari né trascurando le minoranze. "Il compromesso è un durissimo lavoro politico", ha evidenziato, "che nella democrazia diretta non denota debolezza, ma indica forza".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.