Navigation

Lotta di potere per la nomina del presidente della Commissione

"Dobbiamo essere capaci di agire, mostrare tolleranza, responsabilità e volontà di giungere a un compromesso, l'aspettativa è di avere una proposta" per la nomina delle maggiori cariche Ue "al prossimo vertice del 20 giugno". Sono le parole della cancelliera tedesca Angela Merkel al termine dell'incontro informale dei leader europei.

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 maggio 2019 - 12:24
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


Merkel ha ribadito il suo appoggio al candidato di punta dei Popolari, Manfred Weber, ma si è mostrata aperta al dialogo. "Noi sosteniamo uno dei candidati di punta, altri Paesi ne preferiscono altri, non è un mistero che il presidente francese Emmanuel Macron non supporti Weber, ma dobbiamo tutti parlarne", ha detto la cancelliera, ricordando che "cinque anni fa i socialisti proposero il nome di Martin Schulz e io ero d'accordo, era una nomina di alto profilo".

I leader Ue hanno "un compito complicato" rispetto a cinque anni fa, ma "l'alta affluenza alle urne dei cittadini deve portarci ad agire uniti, senza aprire altre ferite tra noi", ha aggiunto.

 La reazione di Tusk

"Il Consiglio europeo propone ed il Parlamento europeo elegge". Il prossimo presidente della Commissione europea "deve avere il sostegno e la maggioranza di entrambe le istituzioni", ha affermato. C'è stata una visibile maggioranza al tavolo determinata sull'equilibrio di genere, la mia ambizione ed il mio piano è che ci siano due donne" a ricoprire i top job dell'Ue, ha aggiunto Tusk, che ha annunciato che presto avvierà le consultazioni con tutti gli interlocutori, con "grande apertura".

"Il mio messaggio è chiarissimo; la Bce non è aperta alla concorrenza tra le parti, deve rimanere indipendente dalla politica", ha detto il presidente del Consiglio Europeo riferendosi alla scelta del successore di Mario Draghi. "Tutti i miei interlocutori sono consapevoli di questa mia posizione. Ma i trattati ci affidano il compito di prendere la decisione" sulla nomina del presidente della Bce "su raccomandazione dei ministri delle Finanze".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.