Navigation

Siria, vittoria simbolica contro l'Isis

Riconquistata Dabiq. Un duro colpo per lo Stato islamico perché la città è citata in uno dei racconti sulla vita di Maometto, come il luogo della battaglia finale tra musulmani e infedeli

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2016 - 20:12

Ha un valore simbolico l'ultima sconfitta dello stato islamico in Siria. I combattenti jihadisti hanno perso infatti il controllo di Dabiq, città a nord di Aleppo, citata in uno dei racconti sulla vita del profeta Maometto. A cacciarli è stata una fazione ribelle sostenuta dalla Turchia. Intanto sul fronte diplomatico, dopo il fallimento dei colloqui di ieri a Losanna, John Kerry è volato oggi a Londra per incontrare i partner europei.

Per alcuni analisti, però, la vittoria è strategicamente poco rilevante. Resta il fatto che l'ISIS continua a indietreggiare. Dall'inizio del 2015 il Califfato si sarebbe ristretto di parecchio, perdendo un quarto del proprio territorio in Siria e Iraq.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.