Navigation

Regno Unito, il piccolo Alfie è morto

Il piccolo Alfie Evans è morto. Colpito da una grave patologia neuro degenerativa il bambino è stato protagonista di una battaglia legale tra i genitori e gli operatori sanitari britannici che volevano interrompere le cure.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2018 - 14:24
Contenuto esterno


L'annuncio è arrivato sabato dai genitori Tom e Kate, che hanno voluto condividere su Facebook il dolore per la perdita del figlio di 23 mesi. 

"Al nostro bimbo sono spuntate le ali intorno alle 2.30. I nostri cuori sono spezzati. Grazie a tutti per il sostegno", scrive Kate. "Il mio gladiatore ha posato lo scudo e si è guadagnato le ali. Abbiamo il cuore spezzato. Ti voglio bene ragazzo mio", sono le parole del padre Tom.

Veglia di preghiera per Alfie Evans in Piazza San Pietro, un giorno prima della morte del piccolo. Keystone


Alfie è stato protagonista di una battaglia tra gli operatori sanitari inglesi che volevano 'staccare la spina' del respiratore e un vasto movimento che ha supportato i genitori nella richiesta di mantenerlo in vita.

Alla fine, la sera del 23 aprile, i medici dell'Alder Hey Hospital di Liverpool hanno ottenuto l'autorizzazione della giustizia britannica a staccare la spina. Alfie ha continuato a respirare nel suo lettino anche senza l'ausilio del ventilatore meccanico per una settimana. 

L'Italia aveva concesso la cittadinanza perché venisse curato dall'ospedale Bambin Gesù di Roma o al Gaslini di Genova, ma la Corte d'Appello è stata irremovibile e ha respinto la richiesta dei genitori.

In queste ore si attendeva la decisione dei medici che dovevano autorizzare il trasferimento del bimbo a casa per garantirgli comfort e dignità. Ma Alfie si è arreso prima.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.