Navigation

Restauri sponsorizzati, pro e contro

A Roma è ormai normale che i beni culturali siano anche un mezzo per promuovere dei prodotti commerciali

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 luglio 2015 - 20:52

Passeggiando in Piazza di Spagna a Roma, ci si può immergere nella storia, nell'arte… e nella pubblicità. Le grandi firme della moda e non solo, si affollano per tappezzare con i loro marchi i simboli del patrimonio storico-artistico italiano. Una forma pubblicitaria sempre più in voga. Un modo per finanziare restauri e cura delle bellezze artistiche, ma il fine giustifica i mezzi?

Servizio di Enrico Marra e Massimo Donati

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.