Navigation

Nuove accuse contro la Chiesa cattolica USA

Blase Cupich, attuale arcivescovo di Chicago, in un'immagine di quando era vescovo di Bismark, North Dakota. Keystone

Un nuovo scandalo di pedofilia scuote la Chiesa cattolica negli Stati Uniti. Secondo la procuratrice generale dell'Illinois, altri 500 membri del clero hanno abusato sessualmente di minori nelle sei diocesi dello Stato. Il numero di casi già noti era 185.

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 dicembre 2018 - 13:30
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 20.12.2018)

L'accusa mossa alla Chiesa è di aver coperto gli abusi con indagini inadeguate, o rinunciando a indagare e segnalare i casi sospetti alle autorità. La Chiesa ha fallito nei suoi obblighi morali, scrive la procuratrice Lisa Madigan.

In Illinois, le indagini erano partite lo scorso agosto, dopo la diffusione di un rapporto in Pennsylvania, nel quale si parla di almeno 300 membri del clero che hanno abusato di oltre 1'000 minorenni sull'arco di 70 anni.

Contenuto esterno

L'arcivescovo di Chicago, Blase Joseph Cupich, si è detto rammaricato e sottolinea che dal 2002 tutte le accuse di abusi sessuali vengono sistematicamente trasmesse alle autorità.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.