Navigation

Australia, in fuga sulla spiaggia per sottrarsi alle fiamme

Un elicottero dei pompieri impegnato nelle operazioni di spegnimento degli incendi nello Stato di Victoria. Keystone / State Government Of Victoria Han


Migliaia di persone sono state costrette martedì a cercare riparo sulle spiagge del sud-est dell'Australia per fuggire ai violenti incendi che stanno devastando questa regione turistica del paese.

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 dicembre 2019 - 11:40
tvsvizzera/afp/reuters/spal con RSI (TG del 31.12.2019)

Su una fascia costiera di 200 chilometri gli abitanti non hanno trovato di meglio che fuggire sulle spiagge a causa delle fiamme che hanno circondato in particolare la cittadina di Mallacoota dove circa 4'000 vacanzieri e residenti si sono trovati in trappola sul bagnasciuga.

Contenuto esterno

 Alcuni più intraprendenti hanno preso il largo sui loro natanti per sottrarsi ai roghi in quella che secondo gli osservatori è stata forse la peggiore giornata da quando, a inizio settembre, è iniziata l'ondata di incendi, favorita dalle temperature record di questa estate australe.

Decine di case sono state distrutte dalle fiamme da lunedì e almeno sette persone risultano disperse negli Stati meridionali di Nuovo Galles del Sud e Victoria. In certe zone i roghi sono così intensi, il fumo così spesso e i fuochi provocati dai lampi così violenti che le operazioni di perlustrazione aerea e l'attività di spegnimento delle fiamme dal cielo hanno dovuto essere interrotte, secondo quanto hanno annunciato i pompieri impegnati nelle zone rurali del Nuovo Galles del Sud.

Contenuto esterno


Le autorità hanno invitato i circa 30'000 turisti che si trovano nella costa selvaggia di East Gippsland a lasciare immediatamente la zona.

Sono attesi più di 40 gradi a Melbourne e il rischio di incendi è valutato massimo in sette dei nove distretti dello Stato di Vittoria. Ad oggi gli incendi hanno distrutto 4 milioni di ettari e ucciso dodici persone, le ultime due – un uomo con suo figlio – nella città di Corbargo.

 

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.