Gilet gialli Lieve condanna per uno dei leader

Eric Drouet, uno dei leader più popolari dei gilet gialli, è stato condannato venerdì mattina a Parigi a duemila euro di multa (di cui 500 sospesi) per aver organizzato due manifestazioni a Parigi "senza dichiarazione preventiva", il 22 dicembre e il 2 gennaio.


Nel primo caso, Drouet aveva firmato una dichiarazione di manifestazione a Versailles ma poi i gilet gialli si erano materializzati vicino agli Champs-Elysées, dove lui era stato fermato: "non sono responsabile di tutta Parigi" aveva detto per discolparsi dall'accusa, aggiungendo che i gilet gialli avevano cambiato idea e si erano trasferiti da Versailles a Parigi.

Il 2 gennaio era stato fermato nei pressi degli Champs-Elysées ma aveva affermato di essere stato intercettato mentre "andava al ristorante" con alcuni amici. Il legale di Drouet ha annunciato che farà appello.

Bordeaux "città morta"

Il sindaco di Bordeaux, Nicolas Florian, ha decretato per sabato il suo capoluogo "città morta", visto l'annunciato arrivo di diverse centinaia di "casseur" per il 20esimo atto della protesta dei gilet gialli. Il sindaco ha invitato tutti i commercianti a restare con le saracinesche abbassate e gli abitanti a restare in casa.

Parole chiave