Navigation

G7, si parla anche di Russia

E' attesa una ferma presa di posizione nei confronti della Russia, non invitata ai lavori per il secondo anno consecutivo a causa della crisi ucraina

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2015 - 12:49

A Elmau, in Germania, oggi si chiude il G7.

Nella dichiarazione finale, è attesa una ferma presa di posizione nei confronti della Russia, non invitata ai lavori per il secondo anno consecutivo a causa della crisi ucraina.

Durante la mattinata i leader hanno parlato di lotta al terrorismo, crescita sostenibile e cambiamenti climatici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.