Navigation

Dublino, si moltiplicano i ricorsi contro le estradizioni

Non solo la Svizzera è toccata dalla critica di Strasburgo alla precarietà delle strutture d'accoglienza in Italia e Grecia. Per questo si moltiplicano le richieste di una revisione delle richieste

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 novembre 2014 - 11:59

La sentenza emessa martedì dal Tribunale dei diritti umani di StrasburgoLink esterno mette a dura prova il sistema di Dublino che prevede l'estradizione automatica dei richiedenti l'asilo che hanno già depositato una domanda in un altro paese. Nel caso specifico, lo ricordiamo, l'Italia non sarebbe in grado di accogliere in modo dignitoso una famiglia con bambini, ma ci sarebbero altri ricorsi ancora pendenti, come rivelano tre domenicali d'oltralpe.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.