Navigation

Incendio a Kyoto con morti e feriti

Almeno 26 persone sono morte nell'incendio scoppiato all'interno di uno studio di animazione a Kyoto, in Giappone. Lo riferiscono i vigili del fuoco, secondo cui ci sarebbero anche molti dispersi e 36 feriti, alcuni dei quali in condizioni critiche.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 luglio 2019 - 14:02
tvsvizzera.it/fra con RSI
Contenuto esterno


È destinato a salire il bilancio di 26 morti e 36 feriti dell'incendio che sarebbe stato appiccato da un 41enne all'interno di uno studio di animazione a Kyoto. La polizia cerca di fare chiarezza sulle generalità del responsabile, riportano i media internazionali.

L'uomo è ricoverato in ospedale con ustioni insieme ad almeno altre 40 persone, alcune delle quali definite in gravi condizioni. Non si conoscono ancora le cause del suo gesto. All'interno dell'edificio di tre piani, con una superficie complessiva di 700 metri quadrati, sono stai trovati dei coltelli, ma non è chiaro se appartengono all'uomo.

Secondo il canale pubblico Nhk il 41enne - che non appare un dipendente della casa di produzione - avrebbe urlato frasi come "crepate!" agli impiegati mentre si propagavano le fiamme.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.