Navigation

Attentati e intese in Siria

Evacuati tre villaggi assediati dalle truppe governative nel sud del paese

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 dicembre 2015 - 21:25

A segnare la giornata sul teatro di guerra siriano ci sono stati due attentati a Homs, città controllata dalle forze lealiste. Mentre in tre località insorti sunniti, assediati da mesi dalle truppe governative, sono stati evacuati in esecuzione dell'accordo concluso tra il gruppo salafita Ahrar al Sham - sostenuto da Arabia Saudita, Qatar e Turchia - e Damasco.

I combattenti, con le loro famiglie, saranno portati in Libano sotto la protezione delle Nazioni Unite e da lì trasferiti nei territori controllati dall'opposizione nel nord della Siria. In cambio, prevede l'intesa, proprio in questi territori sarà permesso agli oltre trecento abitanti di due villaggi sciiti circondati di sfollare in sicurezza verso Damasco.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.