Navigation

Sparatoria a scuola in Brasile, 10 morti

A colpire sono stati due ex alunni dell'istituto scolastico statale. Keystone / Sebastiao Moreira

Due giovani incappucciati hanno fatto irruzione sparando all'impazzata mercoledì in una scuola della regione metropolitana di San Paolo del Brasile. Sono morte 10 persone tra cui cinque studenti, due impiegati e gli assalitori, ex alunni dell'istituto di 17 e 25 anni che si sarebbero suicidati dopo la strage.

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 marzo 2019 - 20:55
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 13.03.2019)

Secondo quanto reso noto dai media locali, che citano informazioni della polizia militare, l'attacco è avvenuto attorno alle 9.30 ora locale (le 13.30 in Europa) nella scuola statale Professor Raul Brasil a Suzano.

Di almeno 17 feriti trasportati in ospedali della regione, due sarebbero morti in seguito per le ferite riportate.

Poco prima dell'attacco, un'altra sparatoria era avvenuta a pochi metri di distanza in un concessionario di automobili, il cui proprietario è rimasto ucciso.

Contenuto esterno

All'interno della scuola teatro della strage, la polizia avrebbe trovato un revolver calibro 38, un'arma medievale simile a una balestra, e bottiglie Molotov.

L'istituto, in base il censimento scolastico del 2017, ospita 358 alunni delle scuole medie e 693 delle superiori.

Il governatore di San Paolo Joao Doria ha cancellato tutti gli impegni per recarsi sul posto e ha proclamato tre giorni di lutto nello Stato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.