Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Afghanistan, bombe USA su ospedale di MSF

Morti anche dei medici nel raid a Kunduz, la città conquistata lunedì dai talebani

"Danni colaterali": con queste parole il colonnello Brian Tribus, portavoce delle forze statunitensi in Afghanistan, ha spiegato gli effetti del bombardamento dei caccia americani questa notte a un ospedale dell'organizzazione umanitaria Médécins sans frontières (MSF) a Kunduz, la città contesa da talebani e lealisti supportati dalla coalizione internazionale a guida statunitense.

Il bilancio provvisorio parla di almeno 19 morti, 37 feriti (di cui molti in gravi condizioni) e una trentina di dispersi. Tra le vittime figurano tre medici e personale sanitario. Fonti del ministero dell'interno di Kabul sostengono che nella struttura sanitaria si nascondeva una decina di insorti islamici mentre per l'ambasciata di Washington si è trattato di un tragico incidente. I comandi USA, che su questo episodio hanno avviato un'inchiesta, hanno riferito che l'operazione "è stata realizzata alle 2,15 contro individui che minacciavano la forza".

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box