Navigation

Violenze e sangue in Afghanistan

Una raffica di attentati nella capitale Kabul. Oltre 40 le vittime. Morto anche un soldato straniero

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 agosto 2015 - 14:36

L'ultimo attacco è stato compiuto venerdì sera nei pressi di una base della Nato, in cui è rimasto ucciso anche un soldato straniero.

Una scia di violenze che inaugura la nomina, pochi giorni fa, del nuovo leader dei talebani dopo la notizia della morte del Mullah Omar e che sembra far naufagare la ripresa del dialogo con il Governo afghano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.