Navigation

"Nessun corpo nel relitto"

Investigatori e vigili del fuoco sul relitto keystone

Nelle parti della Norman Atlantic finora ispezionate non sono stati trovati altri cadaveri

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 gennaio 2015 - 18:03

"Nelle parti finora ispezionate non abbiamo trovato cadaveri. Ci auguriamo vada avanti così". Lo ha detto sabato il pm di Bari Ettore Cardinali ai giornalisti al termine dell'ispezione di cinque ore sul Norman Atlantic, il traghetto andato a fuoco domenica scorsa nel Canale di Otranto mentre dalla Grecia stava navigando verso l'Italia.

Secondo quanto riferito da Cardinali si starebbe inoltre valutando il trasferimento del relitto a Bari, dove ha sede l'autorità giudiziaria a cui competono le indagini.

In giornata, a quanto si è appreso, alcuni sommozzatori della polizia hanno ispezionato lo scafo per verificare che non vi fossero falle. La temperatura è molto elevata all'interno della nave; a quanto rilevato dai tecnici con una camera termica in alcuni locali avrebbe superato anche i 180 gradi.

Le ricerche di eventuali altre salme continueranno domani; il bilancio dei morti accertati nel rogo rimane per ora fermo a 11.

Tutte le notizie su www.rsi.ch/newsLink esterno.

ANSA/ludoC

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.