Navigation

"La prescrizione è una sconfitta per tutti"

Anche in Svizzera il Tribunale federale ha liquidato un processo nei confronti di Schmidheiny per prescrizione dei reati

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 novembre 2014 - 17:07

La prescrizione è una sconfitta per tuttiLink esterno. Per lo Stato perché non può punire i colpevoli, per l'imputato stesso perché viene "assolto" solo per una questione di tempo e non perché innocente e soprattutto per le vittime perché non ottengono giustizia.

La reazione dei famigliari delle vittime è stata di rabbia, costernazione ma i parenti hanno anche manifestato un certo senso di ingiustiziaLink esterno. Stephan Schmidheiny è un cittadino svizzero. C'è da chiedersi allora se la giustizia elvetica possa in un qualche modo processare l'imprenditore per lo stesso reato. Considerata però che la situazione giuridica italiana è analoga a quella svizzera, Schmidheiny non sarebbe processato neppure in Svizzera perché quel tipo di reato sarebbe prescritto anche in nella Confederazione. D'altra parte nel 2008 la massima istanza giudiziaria svizzera, il tribunale federale, aveva già sancito questo principio.

L'unica grande differenza tra Italia e Svizzera, è che se nella Confederazione una condanna di primo grado interviene prima che la prescrizione sia decorsa, quella condanna interrompe la prescrizione. Nel caso particolare, la Cassazione non avrebbe potuto annullare la condanna di primo grado.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.