Navigation

"L'accordo fiscale italo-svizzero sarà presto siglato"

L'ambasciatore svizzero a Roma Giancarlo Kesslin è fiducioso che si possa trovare un'intesa nei prossimi mesi. Resta problematica la rinegoziazione dell'imposizione dei frontalieri

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 gennaio 2015 - 17:10

Aggiornamento: leggi la guida sull'accordo fiscale tra Italia e SvizzeraLink esterno.

La legge sul rientro dei capitali rende urgente l'accordo fiscale italo-svizzero. A che punto sono le trattative? Dopo anni di stallo che ha coinvolto 4 governi italiani, sembra che i negoziati siamo a buon punto. Secondo l'ambasciatore, l'accordo sarà siglato prima della primavera 2015. L'unico punto difficile da risolvere resta la questione dell'imposta alla fonte prelevato ai lavoratori frontalieri. Se da un lato la Svizzera vorrebbe rivedere al ribasso i ristorni a favore dei comuni italiani, dall'altra Roma non vede la necessità di rinegoziare questo punto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.